«Genitori Renzi, le fatture e i documenti distrutti per nascondere i debiti delle coop»

ARTICOLI CORRELATI
di Valentina Errante

  • 367
Tiziano Renzi, la moglie, Laura Bovoli, da lunedì ai domiciliari con con l'ipotesi di bancarotta fraudolenta avrebbero anche fatto sparire alcuni documenti delle coop fallite e gestite dalle loro teste di legno. Almeno secondo il procuratore capo Giuseppe Creazzo e l'aggiunto Luca Turco e i due pm che hanno firmato la richiesta di arresto. I meccanismi messi in atto dal 2014 a oggi, avrebbe fatto crescere il volume di affari della capofila da uno a 7 milioni di euro. Sono in tutto diciotto gli indagati e le contestazioni delle fatture inesistenti scaricate riguardano circa 750mila euro.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 20 Febbraio 2019, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 20-02-2019 15:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP