Reddito di cittadinanza, la madre separata e l'ex detenuto in fila: «Pochi 620 euro, ci aspettavamo di più»

ARTICOLI CORRELATI
di Valerio Iuliano

«Ho ritirato la card. Ci sono 650 euro a mia disposizione. Mi aspettavo di più avendo due figli minorenni. Almeno i 780 euro di cui si parlava in televisione». Daniela Cocci, 35 anni, divorziata con due figli, commenta all'uscita dell'ufficio postale di via del Cassano, a Secondigliano, la consegna della card con il tanto agognato sussidio. Ha preso il via ieri nelle filiali di Poste Italiane la distribuzione delle card per il reddito di cittadinanza. In Campania sono state 7320, fanno sapere dal Ministero del Lavoro. Sono molti di più, invece, gli sms che annunciano ai richiedenti l'accoglimento della domanda con l'indicazione della data utile per il ritiro. Tra i destinatari molti non conoscono ancora l'importo esatto del sussidio. «Adesso spero che possa arrivare finalmente il lavoro - riprende Daniela - Da quando ho divorziato sono a reddito zero, con un affitto da pagare e due figli da mantenere. Uno di 17 anni e una di 4 anni. Pago un affitto di 400 euro per un appartamento nel centro di Casoria. All'ufficio postale mi hanno detto che potrò spendere solo 100 euro in contanti e il resto con la card. Per il sussidio precedente, invece, ne potevo spendere fino a 280». Quella di Daniela è una delle infinite storie che gravitano intorno al reddito di cittadinanza. Nell'hinterland napoletano il sussidio targato 5 Stelle si configura anzitutto come una misura di sostegno a favore dei più deboli. Mentre la soglia simbolica dei 780 euro si scontra talvolta con la fredda oggettività dei complessi calcoli dell'Inps. «All'ufficio postale - prosegue Daniela - mi hanno detto che dobbiamo finire i soldi entro il 18 maggio. Poi ci sarà la ricarica tra un mese. Ma non so ancora se sarà la stessa cifra o un'altra. Vorrei tanto una proposta di lavoro, la aspetto. Mi andrebbe bene qualunque lavoro. Ma se dovesse essere per una sede lontana da casa, dovrò pensarci, avendo una bambina di 4 anni. Se la retribuzione me lo permetterà, ci andrò perché l'importante è lavorare».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 19 Aprile 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 19-04-2019 13:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-04-19 12:49:38
La gente si lamenta sempre, io non gli darei proprio nulla, quando prendevano 500 euro di Reddito di inclusione non ho visto nessuno lamentarsi, forse perchè li prendevano e basta senza rendere conto a nessuno, adesso ne prendono 600/700 di Reddito di cittadinanza e manco va bene. Dopodichè era risaputo che il RDC è come il reddito minimo garantito tedesco, se guadagni 700 euro non ne prendi altre 700 ma solo 80, sennò la gente si licenzierebbe per prendere il sussidio. Il RDC è una misura emergenziale contro la povertà, ma i poveri si devono dare da fare per andare a lavorare, non per prendere un sussidio dietro l'altro e campare così senza mai lavorare. Il fatto che ci siano meno domande del previsto e che non a tutti vengono dati 780 euro è un fatto positivo, significa che i controlli hanno scoraggiato i furbetti che non hanno fatto proprio la domanda, e che il RDC viene dato ad integrazione del proprio reddito, così chi lo prende è incentivato a cercare un lavoro,anzichè campare di sussidi e poco lavoro per prendere il RDC. Funziona così anche in Germania e va bene così. Sennò i furbi se ne approfittano.
2019-04-19 11:52:46
Come fa una madre divorziata, a reddito zero come lei dice e con due figli a carico, a pagare un affitto di 400 euro al mese??? C'è qualcosa che non quadra
2019-04-19 09:34:23
mancia elettorale
2019-04-19 13:00:14
beh questa è a costo zero per il cittadino...la precedente mancia elettorale (80euro..) di Renzi ci ha "regalato" 600.000 clandestini e il probabile aumento dell'iva per gli accordi che prese con l'europa per poterla dare.
2019-04-19 07:52:02
Intanto si inizia e a breve si vedrà pure se porterà risultati benefici per l'economia, come si spera. Speriamo bene

QUICKMAP