Vaticano revoca l'immunità diplomatica al nunzio molestatore

Lunedì 8 Luglio 2019

La Santa Sede ha revocato l'immunità diplomatica al suo rappresentante in Francia, monsignor Luigi Ventura, oggetto di un'indagine per «aggressioni sessuali»: è quanto annunciato dal ministero degli Esteri di Parigi. «Il ministero dell'Europa e degli Affari Esteri, che aveva trasmesso alla Santa Sede la richiesta di revoca dell'immunità del nunzio apostolico in Francia presentatale dal procuratore della Repubblica di Parigi, ha ricevuto conferma da parte della Santa Sede della sua rinuncia all'immunità per la procedura in questione», ha riferito un portavoce del Quai d'Orsay.

Appello al Papa di una delle 6 vittime del nunzio a Parigi: «Toglietegli l'immunità diplomatica»

La Santa Sede ha confermato precisando che «si tratta di un gesto straordinario che conferma la volontà del Nunzio - ha spiegato il portavoce vaticano Alessandro Gisotti -, espressa fin dall'inizio della vicenda, di collaborare pienamente e spontaneamente con le autorità giudiziarie francesi, competenti per il caso. La Santa Sede ha atteso, per assumere questa decisione, la conclusione della fase preliminare del procedimento». La conclusione della fase preliminare del procedimento a carico del Nunzio in Francia è stata comunicata alla Santa Sede a fine giugno. Mons. Ventura «ha liberamente partecipato» a questa fase giudiziaria, ha precisato ancora Gisotti, aggiungendo che la decisione della Santa Sede, relativa alla rinuncia dell'immunità diplomatica, «è stata comunicata ufficialmente alle autorità francesi la settimana scorsa». A scatenare le indagini erano state le denunce di un paio di giovani funzionari del municipio di Parigi. A detta delle vittime le aggressioni si sarebbero verificate anche durante cerimonie ufficiali all'Hotel de Ville. Di origini lombarde, l' 'ambasciatorè del Vaticano in Francia ha 74 anni. Rappresenta la Santa Sede a Parigi dal 2009.

A metà giugno era venuto a Roma per la riunione in Vaticano, con Papa Francesco, di tutti i rappresentanti diplomatici della Santa Sede. Una denuncia nei suoi confronti è stata recentemente presentata anche in Canada, sempre per presunte molestie sessuali, secondo quanto riferito nei mesi scorsi dalla Nunziatura di Ottawa. L'arcivescovo Ventura è stato infatti nunzio in Canada dal 2001 al 2009. E anche in questo caso la denuncia era arrivata da un giovane uomo, per una molestia subita sempre nel corso di una cerimonia ufficiale.

Ultimo aggiornamento: 19:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA