Papa Francesco incontrerà il premier Orban a Budapest, ma non sarà un'udienza privata. Il programma del viaggio

Sabato 11 Settembre 2021
Papa Francesco incontrerà il premier Orban a Budapest, ma non sarà un'udienza privata. Il programma del viaggio

L'incontro tra Papa Francesco e il premier dell'Ungheria, Viktor Orban ci sarà e anche subito, come illustra il programma del pellegrinaggio di domani del Pontefice che arriverà anche in Slovacchia. E questo sgombra il campo ai dubbi che hanno accompagnato le settimane di vigilia a questo viaggio. Ma va anche detto che si tratterà di un rapidissimo passaggio formale, con il sovranista mischiato ad altre autorità: alle 8.45 del 12 settembre, appena sbarcato a Budapest, al Museo delle Belle Arti il Papa incontrerà il presidente della Repubblica Janos Ader e il primo ministro Viktor Orban. Sono 30 i minuti riservati a questa tappa del viaggio, poi sarà la volta dell'incontro con i vescovi. Insomma, l'incontro col primo ministro Viktor Orban ci sarà  nella visita-lampo (meno di sette ore) che papa Francesco farà domani in Ungheria, per celebrare a Budapest la messa conclusiva del 52/o Congresso eucaristico internazionale, prima di recarsi poi in visita fino a mercoledì 15 settembre in Slovacchia, con tappe a Bratislava, Kosice, Presov e Sastin. Ma si tratterà di un incontro che colloca il premier ungherese, fra i sovranisti più accesi in Europa e contrario all'accoglimento degli immigrati, in una casella come tante altre del pellegrinaggio. Non proprio ciò in cui poteva sperare il premier.

Lo stesso Pontefice, a inizio settembre, aveva detto a una radio spagnola che non sapeva se avrebbe incontrato Orban. In un salone vedrò numerose autorità». In passato il Papa non ha mai ricevuto Orban in udienza privata.

 

Papa Francesco incontra Orban

 

Saranno poi 12 i discorsi che il Pontefice pronuncerà in questo suo secondo viaggio internazionale del 2021 dopo quello dello scorso marzo in Iraq, il primo dopo l'operazione dello scorso 4 luglio al colon, che per quattro giorni lo porterà nel cuore dell'Europa. Il programma prevede la partenza del Pontefice da Roma-Fiumicino per Budapest alle 6 di domenica 12 settembre, con arrivo nella capitale ungherese alle 7.45 e accoglienza ufficiale nell'Aeroporto internazionale da parte del vice primo ministro Zsolt Semjen.

 

 

Alle 8.45, presso il Museo delle Belle Arti, il Papa incontrerà il presidente della Repubblica Janos Ader e il primo ministro Viktor Orban, quindi alle 9.15 i vescovi e alle 10.00 i rappresentanti del Consiglio ecumenico delle Chiese e alcune comunità ebraiche dell'Ungheria. Alle 11.30 la messa nella Piazza degli Eroi e di seguito l'Angelus. Alle 14.30 la cerimonia di congedo all'Aeroporto di Budapest e alle 14.40 la partenza per Bratislava, dove papa Francesco atterrerà alle 15.30, con l'accoglienza ufficiale presso lo scalo aereo da parte del capo dello Stato, Zuzana Caputova.

Ancora due gli appuntamenti della giornata nella capitale slovacca, entrambi presso la Nunziatura apostolica dove alloggerà il Papa: alle 16.30 l'incontro ecumenico e alle 17.30 quello privato con i membri della Compagnia di Gesù. Lunedì 13 settembre, sempre a Bratislava, è prevista alle 9.15, al Palazzo presidenziale, la cerimonia di benvenuto, alle 9.30 la visita di cortesia alla presidente della Repubblica Zuzana Caputova nella 'Sala d'Orò, alle 10.00 l'incontro con le autorità, la società civile e il Corpo diplomatico nel giardino. Alle 10.45 il Papa sarà nella Cattedrale per l'incontro con i vescovi, sacerdoti, religiosi/e, seminaristi e catechisti. Alle 16.00 il Pontefice visiterà privatamente il «Centro Betlemme» delle suore di Madre Teresa, mentre alle 16.45 incontrerà la comunità ebraica in Piazza Rybné námestie.

Alle 18.00 e alle 18.15 saranno invece il presidente del Parlamento Boris Kollar e poi il primo ministro Eduard Heger a recarsi in visita al Papa presso la Nunziatura. Martedì 14, alle 8.10 il Papa partirà in aereo per Kosice, con arrivo alle 9.00, presiedendo poi alle 10.30, nel piazzale del Mestskà Sportovà Hala a Presov, la divina liturgia bizantina di San Giovanni Crisostomo. Alle 16.00, nel Quartiere Lunik IX a Kosice, l'incontro con la comunità rom, e alle 17.00, presso lo Stadio Lokomotiva, l'incontro con i giovani, prima di ripartire alle 18.30 per Bratislava. Mercoledì 15 settembre, la giornata finale del viaggio prevede alle 9.10 un momento di preghiera con i vescovi presso il Santuario Nazionale di Sastin, alle 10.00 la messa nella spianata del Santuario, e alle 13.30 la cerimonia di congedo all'aeroporto di Bratislava, con partenza alle 13.45 per Roma-Ciampino e arrivo alle 15.30.

Ultimo aggiornamento: 17:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA