I vaccini sono «veleno», poi si contagia e muore a 54 anni. La sorella: «Non fate come lui»

Sabato 17 Luglio 2021
I vaccini sono «veleno», poi si contagia e muore a 54 anni. La sorella: «Non fate come lui»

Diceva che i vaccini fossero solo «veleno»: ma poi si è preso il virus ed è morto: un uomo di 54 anni del Texas è stato sepolto dalla moglie e dai tre figli durante la festa del papà. Ora, la sorella di Alan Scott Lanoix sta condividendo la storia della morte di suo fratello per cercare di «salvare una vita», incoraggiando gli altri a farsi vaccinare. «È difficile credere che una decisione possa cambiare tutta la tua vita», ha detto la sorella di Lanoix, Lisa Adler, alla CBS di New Orleans.

Giovani e no vax, ecco chi sono i nuovi positivi in Italia

Green pass, Burioni: «Se a ottobre ci chiudono per colpa dei no vax mi trasferisco in Francia»

«I bambini hanno dovuto seppellire il padre il giorno del papà. Pensava che il vaccino fosse veleno e aveva paura di prenderlo e ci sono molte persone che hanno la stessa sensazione». Lisa ha poi raccontato: «Lui era una persona eccezionale e invito chiunque sia indeciso a fare il vaccino ad andare di corsa a farlo, in memoria di mio fratello».

Adler, che vive a Chalmette, Los Angeles, ha detto di aver parlato l'ultima volta con suo fratello a maggio, quando ha chiamato per farle gli auguri di buon compleanno. Ha anche riferito di essere stato esposto al Covid sul lavoro. Lanoix, cresciuto in Louisiana, aveva trasferito la sua famiglia a Katy, in Texas, dopo l'uragano Katrina. «Continuavo a dirgli: ora avrai l'immunità e tutto andrà bene”. Invece mi aveva detto che qualunque cosa accadesse nella sua vita, sarebbe stato felice della sua vita, perché amava la sua famiglia». Lanoix, dopo essersi contagiato, ha trascorso 17 giorni attaccato a un ventilatore prima di morire.

No-vax, a Treviso in due finiscono in terapia intensiva: uno ha preso il virus dalla figlia (anche lei contraria al vaccino)

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18 Luglio, 10:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA