Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Diabete, perdita di peso record grazie a nuovo farmaco: fino a 24 kg in meno

Martedì 7 Giugno 2022
Diabete, nuovo farmaco permette perdita di peso record: fino a 24 kg in meno

Un farmaco approvato per il trattamento del diabete di tipo 2 è estremamente efficace nel ridurre l'obesità. In base ai risultati dello studio, pubblicato sul The New England Journal of Medicine, tutti quelli che lo assumevanohanno perso fino al 21% del loro peso corporeo: circa 24 kg in alcuni casi. Il preparato, chiamato tirzepatide, agisce su due ormoni naturali che aiutano a controllare la glicemia e sono coinvolti nell'invio di segnali di pienezza dall'intestino al cervello.  

Long Covid, disturbi del sonno per «oltre il 40%» dei guariti. E l'8% ne soffre in modo grave

Nuovo farmaco per il diabete, la soddisfazione dei ricercatori

«Niente ha fornito quel tipo di perdita di peso tranne la chirurgia», ha affermato il dottor Robert Gabbay, direttore scientifico e medico dell'American Diabetes Association. Circa il 15% dei partecipanti che hanno ricevuto il farmaco attivo ha abbandonato lo studio di 72 settimane, circa un terzo a causa di effetti collaterali gastrointestinali. Il 26% dei volontari dello studio che hanno ricevuto un placebo ha abbandonato. Emmick ha detto che pensa che potrebbero essere stati frustrati dalla loro mancanza di perdita di peso.

Covid, terapie intensive scendono al 2,3%. E cala anche l'Rt: ora a 0,82

Lo studio

Lo studio sulla tirzepatide, chiamato SURMOUNT-1, ha incluso più di 2.500 volontari soddisfacenti la definizione medica di obesità, con un indice di massa corporea di 30 o superiore, o con almeno un problema di salute correlato al peso. Per la maggior parte dei partecipanti, gli effetti collaterali del farmaco non sono stati gravi, con solo il 15% di loro che hanno abbandonato lo studio di 72 settimane riscontrando problemi correlati al tratto gastrointestinale.

Dieta, gli errori da evitare: ecco quando un'insalatona fa ingrassare più di tre piatti di pasta

Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA