Terence Hill premiato a Montefiascone: «Nella mia vita ho sempre cercato la semplicità»

“Nella mia carriera e nella mia vita ho sempre cercato la semplicità, tutte le cose migliori della mia vita sono successe per caso”. Lo ha detto Terence Hill a Montefiascone, ospite dell'Est Film Festival. L'attore e regista è arrivato in una piazza stracolma, c'erano persone giunte anche con tre ore di anticipo per accaparrarsi un posto. “Non sono mai stato prima d’ora a Montefiascone ma appena ho conosciuto Vaniel e Glauco ho capito che qui ci sarebbe stata gente simpatica” ha dichiarato riferedendosi ai diretti del festival, aniel Maestosi e Glauco Almonte.

Terence Hill ha ricevuto dalle mani di Roberto Laganà, direttore generale di Italiana Assicurazioni, l'Arco di Platino di Est Film Festival 2018 per la sua straordinaria carriera per poi concedersi in una lunga intervista. Guidato dalle domande dei direttori del festival, l’attore-regista ha ripercorso tutta la sua incredibile carriera, dai primi film al rapporto con il grandissimo Bud Spencer, fino al fortunatissimo Don Matteo e al ritorno alla regia dopo quasi 30 anni. “Nella mia carriera e nella mia vita ho sempre cercato la semplicità.

Al termine dell’incontro il pubblico ha assistito alla proiezione de “Il mio nome è Thomas”, l’ultimo film da regista di Terence Hill, una storia on the road, tra la Spagna e l'Italia in cui Thomas, in sella alla sua motocicletta affronta un viaggio solitario verso il deserto. “Il vostro festival è l’unico a cui parteciperò in Italia, fin da subito ho capito che qui mi sarei sentito a casa e così è stato”.
Domenica 29 Luglio 2018, 08:53 - Ultimo aggiornamento: 29-07-2018 09:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP