America's Cup: Luna Rossa
e Ineos Team UK sul 5 a 1

Sabato 20 Febbraio 2021 di Francesca Lodigiani
Luna Rossa e Britannia Credit COR36/Studio Borlenghi

È pareggio tra Luna Rossa Prada Pirelli e Ineos Team UK nel sabato di ripresa della Prada Cup dopo il lock down a Auckland.  Luna Rossa, vince  alla grande la prima prova della giornata, ma perde la seconda, seppur di misura. Sale quindi a 5 punti.  Gliene mancano due per vincere la Prada Cup e avere il diritto di sfidare il Defender Emirates Team New Zealand nella 36° America’s Cup.

Pochi e tanti, avendo a che fare con un avversario come Sir Ben Ainslie che è riuscito a mettere a segno la sua prima vittoria  nella seconda prova della giornata  costringendo la Luna a un inedito ruolo di inseguitore che non recitava dai Round Robin.   Una situazione che forse ha determinato  un iniziale nervosismo nel team italiano, che forse ha mostrato nella parte centrale della regata qualche manovra di troppo e un rendimento leggermente inferiore, ma che poi ha reagito  rientrando in fase negli ultimi due lati del percorso, riuscendo a ridurre drasticamente il proprio svantaggio:  9 secondi all’ultima boa di bolina e 14 dell’arrivo. Un distacco, va sottolineato,  che comunque non ha mai superato i  32 secondi.

 

“Prepariamoci a perdere una regata” aveva detto  nei giorni scorsi lo skipper Max Sirena.“ con il suo  usuale, pragmatico buon senso. Un atteggiamento che si legge anche nelle parole di  Checco Bruni  quando dopo la vittoria numero 5 risponde a chi ritiene  strano che sul 5 a 0 nessuno in barca abbia  mostrato  italiche emozioni e segni di giubilo: “E’ stata una regata fantastica nella quale in partenza Jimmy ha  fatto quasi  tutto,  per me un libro di testo.  Dobbiamo però restare concentrati, Pensare a una regata per volta. “

 

Ma andiamo con ordine iniziando dalla prima prova, una regata  con vento sugli 8 -10 nodi condotta in modo perfetto da Luna Rossa fin dalla partenza, battagliata, aggressiva, con entrambe le barche in anticipo di un paio di secondi sulla linea, e quindi con rispettive penalità neutralizzate, ma con gli inglesi che  cercano di attaccare in modo indebito  proprio alla boa del via, prendendo una prima penalità, bissata qualche minuto dopo in una azzardata manovra per guadagnare il lato destro del percorso dove il vento è maggiore. Mosse da vero match race interpretate a 30 nodi di velocità. Uno spettacolo.  Luna Rossa è in testa, naviga bene, manovra bene, è sicura, stabile nel volo, veloce, e gira la prima boa con un vantaggio di 15 secondi che aumentano alla fine della prima poppa e poi  più che raddoppiano raggiungendo  al traguardo un delta di  1 minuto e 20 secondi.

 

Sir Ben è frustrato, di  tangibile pessimo umore. “ E’ dura – dice, dobbiamo inventarci qualcosa.”  Nella prima partenza della giornata ha mostrato maggiore aggressività, ma non è bastato. Luna Rossa  è infatti migliorata ancora e  ha mostrato una sorprendente capacità di rallentare quando necessario nel duello della pre-partenza,  senza scendere dai foil nonostante il vento leggero.  Con l’attuale percorso breve della Coppa  la partenza assume peraltro un’importanza determinante. Diventa infatti dura recuperare  se si è in svantaggio, a meno che l’avversario non commetta errori,  una eventualità  difficile con  questo livello di contendenti.

America's Cup: la storia, i protagonisti, le barche, le regole, l'Italia, la tv. Tutto quello che c'è da sapere

 

Parte la seconda prova con Luna Rossa che entra da destra. Il vento è leggermente aumentato, ora è sui 12 nodi. Ineos Team UK, con ingresso da sinistra, riesce a controllare e a posizionarsi sottovento e leggermente avanti in una partenza praticamente pari, quanto al taglio della linea, ma con gli inglesi in posizione tale da costringere Luna Rossa a virare  prima del “confine” virtuale del campo di gara, lasciandoli proseguire da soli verso sinistra. All’incrocio gli inglesi sono avanti, ma preferiscono virare sotto alla Luna per costringerla a  rimbalzare sull’altro bordo, guadagnando per il successivo incrocio un leggero vantaggio, cristallizzato dal cronometro di gara alla prima boa  in 8’’. Un vantaggio che viene consolidato ed esteso fino a 32’’ alla fine del secondo lato di  poppa, quando Luna Rossa approfitta di un salto del vento, calato anche un po’. Abbastanza per dare del filo da torcere all’avversario, ma non abbastanza per superarlo e con un  vantaggio di soli 14 secondi Britannia detta Rita conquista il suo primo punto.

Video

 

 

Le conclusioni della giornata le trae nel dopo-regata Jimmy Spithill quando conferma che la velocità delle due barche è molto simile e che INEOS TEAM UK  ha fatto un’ottima regata in una prova che non lasciava spazi a opportunità. “Una di quelle regate  in cui la barca davanti allunga sempre un po’ – dice, e aggiunge “ E’ molto difficile portare queste barche alla perfezione, non c’è mai giorno in cui puoi dire di esser andato al 100%. Sicuramente abbiamo un paio di cose da rivedere  per  entrambe le prove e domani torneremo più forti.”

Un commento a caldo arriva anche da Vasco Vascotto che segue sul tender ogni allenamento e ogni regata, come “tattico esterno” oltre che come responsabile del programma vele. “Cinque a uno è un risultato che avremmo sicuramente firmato alla vigilia.- dice -  È chiaro che nel momento in cui perdi l’ultima regata del giorno ti rimane un pelo di amaro in bocca, anche se possiamo vederla come una opportunità per capire gli errori che abbiamo fatto e tornare in acqua domani più forti che mai. Siamo convinti che abbiamo tutte le carte per ben figurare, ci mancano due vittorie. Cercheremo di portare a casa questi due punti il prima possibile.”

Comprensibilmente sollevati  invece gli inglesi:  “Non siamo contenti di essere 5 a 1, ma non molliamo.” dice Sir Ben, consapevole che Luna Rossa è forte e, come osserva, ha un leggero vantaggio con vento fino a tra gli 8 e i 10  nodi, un vento che lui teme ci sarà domenica. Ma fare previsioni azzeccate nel Golfo di Hauraki, si sa, è  impossibile. Per domenica ora si parla di 10/ 12 nodi. Si vedrà. Quel che è certo che sarà una giornata importante con due punti sul tavolo da conquistare. Quelli che  separano Luna Rossa dall’andare a disputare dopo 21 anni la  seconda America’s Cup della sua bella storia.

 

 

Ultimo aggiornamento: 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA