De Laurentiis a «Carta Bianca»:
si muovono i legali del club azzurro

Mercoledì 16 Settembre 2020
Una vicenda che ancora fa discutere quella di Aurelio De Laurentiis e della sua positività al coronavirus, venuta a galla lo scorso giovedì proprio a ridosso di un’Assemblea di Lega a cui il patron del Napoli aveva presenziato da protagonista. Il “caso” - solo mediatico, visto che dal punto di vista sanitario le cose sembrano essere prontamente rientrate - è arrivato anche nei salotti della Tv come quello di “Carta Bianca”, noto format in onda il martedì in prima serata su Rai 3 condotto da Bianca Berlinguer.

LEGGI ANCHE  Napoli, il messaggio di De Laurentiis: «Grazie ai tifosi per il loro affetto»

La giornalista ha tirato in ballo l’episodio della positività di De Laurentiis chiamando in causa anche Mauro Corona, scrittore e opinionista del programma: «Le ostriche? Bisognerebbe trovare una bugia migliore. Quello di De Laurentiis è stato un azzardo, gli auguro di guarire ma se senti la febbre perché uscire di casa? Non si fa così. L’Italia è un Paese estetico ma poco etico», le parole dello scrittore. Il tema trattato in trasmissione sembra aver fatto imbufalire anche il Napoli stesso.

LEGGI ANCHE Napoli, il legale del club rassicura: «Ero a Milano con ADL, sta bene»

Il club ha provato - tramite i suoi canali ufficiali dell’ufficio comunicazione - a intervenire in trasmissione per poter portare avanti la tesi degli ultimi giorni, quella cioè di un patron azzurro in perfetta salute e, per questo, autorizzato a lasciare Capri per un evento importante come quello dell’Assemblea di Lega. Le maniere azzurre, però, sembrano non essere piaciute agli ambienti Rai che hanno preferito evitare il contraddittorio evitando la partecipazione in diretta. Proprio per questo motivo sarebbero stati avvisati anche i legali del club, al lavoro sulla vicenda. Ultimo aggiornamento: 17:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA