Dries come Finidi George a Usa '94
E Mertens segna sempre in trasferta

Sabato 4 Marzo 2017 di Bruno Majorano
Un dato statistico che deve far riflettere: nelle 26 partite di serie A in cui Mertens ha trovato il gol, il Napoli non ha mai perso: 21 vittorie, 5 pareggi. Questo è quanto, e a leggerla così suona molto più di una semplice coincidenza. Il dato evidente è che da quando Sarri ha spostato il belga al centro dell'attacco azzurro, il Napoli ha spiccato il volo. La striscia di 14 risultati utili consecutivi in campionato e la rincorsa di Mertens alla classifica dei bomber della serie A. Niente male se si considera che con le due reti realizzate all'Olimpico contro la Roma, Mertens ha segnato 11 gol in trasferta: più di qualsiasi altro giocatore in questa stagione.

Sì, proprio lui che di mestiere farebbe l'esterno - seppur d'attacco - ma che a quanto pare, con il gol ha un certo feeling. Come quello che ha (merito anche di sua moglie), per i cani. E chissà se è anche a questa sua passione che è dovuta l'esultanza al suo primo gol all'Olimpico: una doppia citazione a Finidi George, ex calciatore nigeriano che nel match di Usa '94 contro la Grecia, segnò un gol a pallonetto sul portiere e fece l'esultanza del cane che fa la pipì accanto alla bandierina del corner.

E pensare che il Napoli non trova la rete all’Olimpico contro la Roma in serie A da 276 minuti di gioco, ovvero dal gol di Cavani nel maggio 2013: un'eternità subito dimenticata alla luce della doppietta di Mertens e della vittoria del Napoli che adesso rilancia gli azzurri nella corsa al secondo posto che vorrebbe dire Champions League diretta senza preliminari.
  Ultimo aggiornamento: 18:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA