Roma, effetto Airbnb sul turismo: oltre 1,4 miliardi di fatturato "fantasma"

Venerdì 24 Gennaio 2020
Roma, effetto Airbnb sul turismo: oltre 1,4 miliardi di fatturato
Quasi 14mila strutture ricettive fantasma e 20 milioni di presenze sommerse, con 1,4 miliardi di fatturato sommerso. È il «caso Roma» nell'allarme lanciato da Federalberghi, oggi in apertura del XVII Albergatore Day, il più grande evento della capitale dedicato al turismo. A fronte dei 31.733 annunci di Airbnb e delle 17.938 strutture extra-alberghiere regolarmente censite in città, i dati elaborati da Federalberghi Roma (principalmente da Ebtl e Str) ipotizzano l'esistenza di ben 13.795 strutture fantasma. Il numero di 25.424.768 presenze nel settore extra-alberghiero regolare del 2019 quasi raddoppia con le 19.552.608 sommerse ipotizzate. Tutto ciò equivale a 1.368.682.547 euro di fatturato sommerso e 68.434.127 euro di perdita annua di contributo di soggiorno.

LEGGI ANCHE Airbnb, da Roma a Barcellona città d'arte assediate: la rivolta di Parigi

 A livello nazionale, dicono ancora i dati diffusi da Federalberghi Roma, è di 500 milioni circa la cedolare secca non versata da Airbnb per il periodo settembre 2017-dicembre 2019. Si stima quindi un esercito di circa 3.500 occupati, alias lavoratori in nero, nel settore turistico sommerso. Il tutto, dicono gli albergatori, «con effetti devastanti come la desertificazione del centro storico e la destrutturazione del tessuto urbano e sociale». Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA