Processo Ragusa: chiesti 30 anni
per il marito Antonio Logli

0
  • 2096
Trenta anni di carcere per Antonio Logli, accusato dell'omicidio e distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa, scomparsa nel nulla nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua casa in via Dini a Gello, in provincia di Pisa. La richiesta di condanna è stata formulata dal procuratore capo di Pisa, Alessandro Crini, al termine della requisitoria nel processo con rito abbreviato davanti al gup del tribunale pisano. All'udienza l'accusa è rappresentata anche dal pubblico ministero Aldo Mantovani che ha seguito tutta l'indagine del caso Ragusa.

Nel corso dell'udienza sono intervenuti tre legali di parti civili che hanno appoggiato le richieste della Procura. È stato poi il turno degli avvocati difensori di Antonio Logli, Roberto Cavani e Saverio Sergiampietri, che hanno chiesto l'assoluzione per il loro cliente L'imputato ha partecipato al rito abbreviato che si svolge a porte chiuse. La sentenza del gup è prevista per il 21 dicembre.
Venerdì 2 Dicembre 2016, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 03-12-2016 09:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP