Portici: «Tutti in chiesa per la veglia anti-Halloween»

Giovedì 29 Ottobre 2015 di Michele Ippolito
Portici: «Tutti in chiesa per la veglia anti-Halloween»

Portici. Una preghiera speciale per allontanare gli spiriti maligni e gli influssi negativi portati dalla festa di Halloween si terrà proprio durante la «notte delle streghe», tra sabato e domenica. La sta organizzando don Gianluca Coppola, il giovane viceparroco della chiesa di Maria Santissima della Salute, a Bellavista, il quale, sfruttando il fatto che l’adorazione nottura organizzata ogni fine settimana quest’anno coincide proprio con la notte prima della festa cattolica di Ognissanti, proporrà ai fedeli intervenuti delle intenzioni speciali «per chiedere a Dio di farci uscire dalle tenebre ed entrare nella luce».

L’appuntamento è nella chiesa di via Verdi sabato alle 20.30. «Sarà una festa a favore della luce. – spiega don Gianluca – Halloween è la festa delle tenebre, il padre delle tenebre e della menzogna è il demonio e noi vogliamo, invece, festeggiare la luce che illumina i santi della storia». La preghiera avrà la forma di una adorazione eucaristica in cui si chiederà l’intervento di Dio «affinchè venga al centro della vita delle persone, soprattutto di quelle vittima dell’oscurità, della magia, dello spiritismo. Partiamo dal presupposto che ogno uomo è ciò che crede e che chi adora fantasmi e streghe presto diventerà come loro. Noi, invece, vogliamo restare con Gesù Cristo». Domani pomeriggio saranno coinvolti nei festeggiamenti anche tutti i bambini del catechismo, che potranno partecipare, nei saloni della chiesa, alla «festa dei santi», in contrapposizione con quella in cui i più piccoli in genere si vestono da fantasmini o streghette.

«Abbiamo chiesto alle famiglie di vestirli da santi – spiega il viceparroco - so già che qualcuno si vestirà da Giovanni Paolo II, ma sono sicuro che non mancheranno Francesco d’Assisi e san Pietro apostolo. Ovviamente, visto che siamo a Portici, prevedo che più di un bambino verrà vestito da san Ciro». Sempre domani pomeriggio, gli adolescenti ed i ragazzi più grandi si sposteranno ad Ercolano per incontrare i loro coetanei in una manifestazione che unirà divertimento e preghiera ed è intitolata «Holy-Day», cioè «giorno santo».

Ultimo aggiornamento: 09:28