Neonata morta al Rummo
sei avvisi di garanzia tra i medici

di Pasquale Pallotta

Questa mattina tornerà ancora più forte il dolore per i genitori. Il corpicino della loro bimba verrà riesumato nel cimitero di Cervinara. Poi, nella giornata di domani sarà effettuata l'autopsia. L'esame irripetibile è stato disposto dalla Procura della Repubblica di Benevento, titolare dell'inchiesta è il pm Maria Amalia Capitanio, e sarà affidato al medico legale Massimo Esposito. La vicenda riguarda la morte di una bimba, nata prematura. Tutto è accaduto nei primi giorni del mese. Una donna di Cervinara, al sesto mese di gravidanza, viene ricoverata presso l'ospedale «Rummo» di Benevento, in quanto accusa dei problemi. I medici decidono di farla partorire e così a fine ottobre dà alla luce una bimba. Nonostante la gestazione non sia stata completata, la neonata sta bene e viene riposta in un'incubatrice per permetterle di continuare il percorso che doveva portare a termine nel ventre materno. Tutto sembra procedere bene, ma quando i miglioramenti delle condizioni della bimba sembravano far prevedere una evoluzione positiva, la situazione precipita e la bimba muore. A nulla servono le richieste di spiegazione che i genitori rivolgono ai medici, ai camici bianchi chiedono un perché che possa alleviare in parte il loro dolore immenso.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 21 Novembre 2018, 13:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP