Dalla stangata sui dehors al centro
storico pedonale «duello» con gli esercenti

Venerdì 13 Maggio 2022 di Flavio Coppola
Dalla stangata sui dehors al centro storico pedonale «duello» con gli esercenti

«È allo studio una modifica al sistema di pagamento del Canone unico patrimoniale per andare incontro alle esigenze dei commercianti». Ad annunciarlo è il vicesindaco con delega alle Attività produttive, Laura Nargi, che parla dopo il confronto avuto ieri mattina, sul punto, con il sindaco Gianluca Festa e il responsabile di Assoservizi, Attilio Ortenzi.

Sul tavolo dell'amministrazione, le rimostranze delle associazioni di categoria compulsate a loro volta da decine di commercianti rispetto al conto che diventa più salato per occupare il suolo pubblico con tavolini e dehors. Dal 31 marzo scorso terminate le esenzioni Covid - è entrato in vigore, infatti, il Canone unico patrimoniale, che assomma alla vecchia Tosap anche la tassa sulla pubblicità e la Tari giornaliera. Più tributi in un'unica imposta e, per le occupazioni temporanee, non son più contemplati i calcoli orari. In tanti rischiano di dover rinunciare alle somministrazioni all'aperto, perché troppo onerose. E visto che il periodo si paga in anticipo, i commercianti chiedono di poter saldare dopo aver lavorato. Cioè a settembre. «È impegno dell'amministrazione - dice Nargi - andare incontro ai commercianti». Ma il vero problema è come. Perché - ricorda - «le tariffe sono ministeriali e non si possono pubblicare». «Ma ci rendiamo conto continua che il periodo Covid è superato solo dal punto di vista della norma, mentre proprio i commercianti hanno pagato i prezzo più alto. In più aggiunge anche i nostri cittadini vogliono poter consumare in sicurezza nel periodo estivo, e quindi all'aperto».

L'assessore chiede però agli esercenti «una settimana di tempo per poter studiare le possibili agevolazioni». «Non possiamo incidere sulla tariffa, ma vogliamo provare a farlo sui tempi di pagamento o sulla determinazione oraria. Sapendo che anche qui precisa i margini di manovra sono ridotti, soprattutto per un ente come il nostro, in pre-dissesto. Sono già in corso chiosa numerose simulazioni relative alla componente del tributo che riguarda il suolo pubblico».

La questione è dirimente e impellente perché l'estate è alle porte. E anche perché, nei progetti di rilancio del commercio della stessa amministrazione comunale, la soluzione delle vendite all'aperto è centrale. Sia nei due nuovi distretti commerciali su cui si è trovato l'accordo con le associazioni di categoria, «La via dei Caracciolo» e «Le vie del centro», sia nel nuovo centro storico pedonale. La chiusura alle automobili, con i varchi della Ztl, è ufficiale. E sono già in corso i lavori per la loro attivazione in tutto il cuore antico del capoluogo. Come annunciato su queste colonne lunedì scorso, l'amministrazione ora vuole condividere il suo progetto con la cittadinanza e i portatori di interesse. Ma è già deciso che si farà di sera, dalle 8 all'1, da giugno a settembre. Martedì mattina, alle 10.30, è stata fissata l'assemblea pubblica a Piazza del Popolo. «L'amministrazione comunale ha posto, tra i suoi obiettivi prioritari, il rilancio del centro storico, per il quale sono state promosse numerose azioni ed iniziative - si legge nella nota con cui il Comune invita la città - Tra queste, molto apprezzata, è stata la pedonalizzazione di alcune aree durante il periodo estivo, intervento che, dunque, riproporremo anche quest'anno, ampliandolo, in via sperimentale, all'intera area».

Video

Una vera e propria chiamata, dunque, per un dibattito che si preannuncia intenso. Già l'anno scorso, infatti, decine e decine di residenti e di commercianti si opposero con una raccolta di firme alla pedonalizzazione in quel caso con le transenne. E di fatto il centro storico si divise in due. Stavolta si potranno presentare proposte in un confronto diretto. «Nel corso dell'assemblea pubblica - dice ancora l'amministrazione - saranno spiegati i dettagli dell'iniziativa. All'appuntamento - viene annunciato - prenderanno parte il sindaco, Gianluca Festa, e la vice-sindaco, Laura Nargi, e sono invitati a partecipare tutti i cittadini, i rappresentanti delle associazioni, i commercianti della zona e i residenti, al fine di raccogliere idee e proposte utili ad integrare il programma comunale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA