Padre e figlia bruciati vivi in auto: «La mamma ha cercato di salvarli»

di NIcola Diluiso

1
  • 8441
«Ha provato in tutti i modi a salvare la sua Nicole andando incontro alla morte. Ma quando le fiamme hanno dapprima bruciato una ciocca di capelli ed avvolto un braccio ed in parte il suo viso si è dovuta arrendere. Un destino crudele, se vogliamo, è toccato a Consiglia: vedere morire, senza nulla poter fare, marito e figlia». A parlare - sconvolta e con la voce tremante - è la zia di Giuseppe Pennacchio, Angela Rigillo, moglie di Michele Rinaldi, zio materno del giovane idraulico. I due gestiscono il centro residenza per anziani Cuor di Gesù alle porte di San Sossio Baronia, dove lo scorso mese Giuseppe, con la moglie Consiglia La Malva e le due figlie, ha trascorso alcuni giorni di vacanza.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 16 Settembre 2019, 11:03 - Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 07:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-09-17 00:36:40
una cosa assurda, ma esiste un Dio ?

QUICKMAP