Benevento Città Spettacolo,
ripescata piazzetta Vari

Giovedì 22 Agosto 2019 di Paolo Bocchino
Programma alleggerito e sensi unici anche a piedi ma nessun divieto assoluto per piazza Vari. Il luogo simbolo della Benevento by night potrà continuare a recitare un ruolo da protagonista anche nella prossima «Città Spettacolo». La schiarita è giunta dal confronto di ieri mattina in Questura. Presenti il vicario Francesco Marino, il capo di gabinetto Giuseppe De Paola, il sindaco Clemente Mastella con il capo segreteria Giovanni Zanone, il direttore artistico della rassegna Renato Giordano e il responsabile del piano sicurezza dell'evento Gianluca Mannato. Smussati i divieti perentori posti il giorno prima in Prefettura.
 
Quella che all'anagrafe va sotto il nome di Piazza Arechi II non è totalmente inidonea allo svolgimento di eventi di grande richiamo ma dovrà rispettare prescrizioni in ragione della sua conformazione a enclave tra gli stretti vicoli del centro. In primis la definizione di un piano di ingresso e deflusso che impedisca pericolosi intasamenti. La bollinatura ufficiale scaturirà all'esito degli ulteriori tavoli in programma nelle prossime ore a Palazzo Mosti e in Questura.

Il piano individua un unico punto di accesso in via La Vipera (all'incrocio con viale dei Rettori) con deflusso obbligato verso piazza Vari. Per l'uscita si avranno opzioni multiple. Via Cardinal di Rende la più ravvicinata con sbocco diretto su Corso Garibaldi. Possibile anche oltrepassare lo slargo e imboccare gli stretti vicoli in direzione piazza Piano di Corte, o servirsi di via Niccolò Franco. In zona Trescene saranno collocate transenne presidiate per impedire reflussi, e altrettanto avverrà ai due capi di via Cardinal di Rende e su via Capitano De Juliis. Fissata inoltre la capienza massima autorizzata per piazza Vari: 2.400 presenze, margine ampiamente cautelativo rispetto alle reali potenzialità. Modifiche che consentiranno la conferma quasi in blocco del pacchetto di eventi con l'eccezione, pesante, dei due spettacoli promossi dai network radiofonici: «Radio Company in action» di venerdì 30 e «Taggati e Linkati» del 31 agosto. Appuntamenti che si proverà comunque a recuperare, assicura Giordano: «Dovremo fare a meno di un paio di spettacoli ma abbiamo ottenuto l'autorizzazione a fruire di piazza Vari. È un progresso per il quale si è speso in prima persona il sindaco Mastella. Sono confermati tutti i concerti e gli eventi a eccezione delle due serate promosse dalle radio che proveremo a spostare in altra location. Piazza Castello è un'opzione ma dovremo fare ulteriori approfondimenti».

Dj set che nei giorni scorsi avevano riscosso la non entusiastica accoglienza dei residenti preoccupati dagli orari di inizio extralarge degli show a molti decibel: «Mi appello alla sensibilità e al senso civico di tutti, che del resto non è mai mancato - rileva Giordano - C'è qualcuno che si lamenta per lo svolgimento degli spettacoli? Proveremo ad anticipare lo start alle 23. Voglio però ricordare a queste persone con estrema franchezza che lo svolgimento di grandi eventi nel centro storico, a partire da Quattro Notti, ha fruttato una enorme rivalutazione degli immobili che in precedenza era a livelli davvero bassi. E sempre per non essere ipocriti, aggiungo: nessuno è costretto a vivere laddove non si trova a proprio agio. Si può sempre cambiare rione». © RIPRODUZIONE RISERVATA