Coop, in arrivo sfratto dall'ente:
a rischio servizi per 40 disabili

di Gianni De Blasio

Disabili a rischio sfratto? Dove presterà l'assistenza ai disabili la cooperativa «La Solidarietà»? C'è chi, a margine dei lavori della commissione Affari Istituzionali, ipotizzava che già oggi il dirigente Servizi al cittadino potrebbe concretizzare il suo avvertimento: revoca dell'autorizzazione per poter disporre dell'ex scuola S.Modesto 1 in via Firenze, in considerazione dell'irregolarità del titolo di occupazione dell'immobile. Sarebbe venuto meno, insomma, il requisito in base al quale il provvedimento è stato rilasciato, ossia «il godimento dell'immobile». Alessandro Verdicchio ha paventato questa drastica decisione, dopo che sono trascorsi in maniera infruttuosa tre mesi dalla sua proposta di delibera, tesa a sbrogliare il contenzioso tra Comune e la cooperativa che, in virtù di un provvedimento dirigenziale risalente all'aprile 2014, espleta la sua attività di assistenza ludico-ricreativa e sociale per 40 soggetti disabili (23 della città). La cooperativa avrebbe versato al Comune un canone mensile di 1372,50 euro, scomputando i costi sostenuti. Il contratto, però, non è stato mai firmato. L'ente ha contestato la mancanza del titolo autorizzativo, scaduto nel 2015, anche se la cooperativa ha continuato a svolgere la sua attività, tra cui il servizio di Csp presso il quale i beneficiari di voucher sociali, individuati dall'Ambito B1, continuano a recarsi tutt'oggi.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 21 Giugno 2019, 10:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP