«Non sono i ladri delle tabaccherie»,
tre assoluzioni per colpi di 10 anni fa

di Enrico Marra

Erano imputati per aver messo a segno cinque rapine in prevalenza a tabaccherie in valle Caudina ma ieri il collegio giudicante presidente Daniela Fallarino li ha assolti per non aver commesso il fatto e ha fatto scattare la prescrizione per altre imputazioni, tra cui la ricettazione e le lesioni. I tre assolti sono Pietro Cioffi, 50 anni, Lorenzo Ceglia, 45 anni, e Domenico Mazzia, 45 anni. I tre sono stati difesi da Francesco Perone che aveva appunto sostenuto l'estraneità degli imputati ai reati loro contestati. In precedenza il pubblico ministero Marilia Capitanio, al termine della sua requisitoria, aveva chiesto per tutti e tre una condanna ad otto anni. Ceglia, Cioffi e Mazzia erano in precedenza comparsi davanti al Gup Maria Di Carlo ed erano stati rinviati a giudizio perché ritenuti responsabili delle rapine avvenute a Montesarchio, Bucciano, Sant'Agata, Paolisi e Moiano.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 13 Dicembre 2018, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP