Santa Maria Capua Vetere, cinque
telecamere contro gli incivili dei sacchetti

Mercoledì 4 Dicembre 2019

Altri cinque impianti di videosorveglianza stanno per essere installati sul territorio del comune di Santa Maria Capua Vetere, in aggiunta ai sette già posizionati. Nel corso degli ultimi mesi, gli «occhi elettronici» hanno consentito di sorprendere in flagranza quei cittadini che sversavano abusivamente rifiuti sia in aree periferiche, come è accaduto nei pressi del Centro di Raccolta di via Napoli, che nel centro cittadino, come si è verificato in via Fardella.

LEGGI ANCHE Ambiente, Costa lavora alla «Carta di Napoli», ma gli attivisti Wwf protestano in piazza

La novità principale riguarda la realizzazione di un ponte radio, in corso di installazione su tre campanili della città, che consentirà di gestire in piena autonomia la trasmissione delle immagini provenienti dalle telecamere. I nuovi impianti saranno in totale 32, e verranno dotati di una doppia tecnologia che consente sia la normale registrazione che la scansione di targhe; le immagini saranno monitorate costantemente dal personale dell'Ufficio Igiene del Comune e della Polizia Municipale. «Si tratta di un percorso che portiamo avanti da diverso tempo - hanno dichiarato il sindaco Antonio Mirra e l'assessore Francesco Petrella - che ci consente di implementare il sistema di videosorveglianza nel centro urbano; non è un caso se negli ultimi mesi siamo riusciti a beccare e sanzionare utenti che, evidentemente, non amano la città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA