Meno contagi a scuola, ipotesi riapertura
ma a Santa Maria è caos movida

Martedì 23 Febbraio 2021 di Milly Vigliano
Meno contagi a scuola, ipotesi riapertura ma a Santa Maria è caos movida

Si va verso la riapertura delle scuole. Lo annuncia il sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Mirra, che d'altro canto però prevede una nuova stretta nelle aree particolarmente affollate o di maggiore movida giovanile. Ciò in virtù dell'inserimento della Campania nella zona arancione.

Il monitoraggio del contagio nelle scuole sta dando un esito più tranquillizzante. Tuttavia, la città del Foro conta ancora 144 cittadini positivi, e sono stati di nuovo superati nella settimana 14-21 febbraio entrambi gli indici del sistema di alert previsto dall’Unità di Crisi. I nuovi dati trasmessi dall'Unità di Crisi Regionale, infatti, segnalano una ulteriore crescita del tasso di incidenza dei nuovi positivi rispetto alla media regionale mentre vi è un calo della percentuale dei tamponi positivi rispetto alla settimana precedente che però resta ancora superiore, di circa 3 punti percentuali, rispetto a quella regionale. 

I dati sono stati analizzati questa mattina durante la seduta del Centro Operativo Comunale, in presenza oltre che del sindaco Mirra e dei rappresentati istituzionali dell’Ente l’assessore Gatto e i consiglieri De Iasio e Di Nardo anche del dirigente del commissariato Cristiana Mandara subentrata nel Coc al dottor Stanislao Caruso, al comandante della stazione carabinieri Mario Iodice, al capitano Frizzato per il comando di polizia municipale e a De Cesare per l’Uopc dell’Asl; proprio quest’ultimo, ha valutato positivamente gli effetti delle misure mirate adottate dall’amministrazione Mirra rispetto alle situazioni che si erano venute a creare nei singoli plessi scolastici. È stato constatato un miglioramento notevole della situazione negli istituti interessati tanto è vero che allo stato attuale, salvo nuove e diverse emergenze, si può ipotizzare che l’ordinanza sindacale 27 di sospensione delle attività didattiche in presenza, in scadenza il 2 marzo, possa non essere prorogata. Al momento non sono state riscontrate ulteriori criticità negli altri plessi cittadini fatta eccezione per l’Isiss “Righi-Nervi” che resta sotto osservazione speciale da parte dell'Uopc sebbene attualmente non necessiti di interventi con ordinanza.

D'altra parte, il sindaco Mirra annuncia una nuova stretta a causa degli affollamenti e alla movida soprattutto nel fine settimana. Difatti, sulla base delle criticità emerse in occasione del precedente fine settimana e relative alle numerose presenze in strada e in particolare nell’area dell’Anfiteatro Campano, è stata prevista, dall’amministrazione e dalle forze dell’ordine, una intensificazione dei controlli anche in relazione al divieto di spostamenti tra Comuni come previsto dal Dpcm 14 gennaio 2021 inerente alla cosiddetta “zona arancione”. 

Domani, invece, è prevista l’adozione di ulteriori misure volte a disciplinare gli accessi relativamente alla zona degli abiti usati del mercato al fine di evitare affollamenti.

Ultimo aggiornamento: 20:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA