Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Caserta: la prima Biennale d’arte contemporanea
celebra la libertà di idee ed espressione

Martedì 24 Maggio 2022
Caserta: la prima Biennale d’arte contemporanea celebra la libertà di idee ed espressione

 

La Città di Casagiove, in provincia di Caserta, ospiterà la prima Biennale d’arte contemporanea, dal titolo “Libero Arbitrio”, organizzata dall’associazione culturale “Terra Madre”. Sede della mostra sarà il quartiere militare borbonico di Casagiove, che ospiterà la kermesse dal 5 al 25 giugno. All’iniziativa, di respiro internazionale, prenderanno parte numerosi artisti italiani e stranieri, provenienti da diversi paesi sia europei che extra-europei.

Le opere esposte afferiscono a diversi linguaggi artistici, quali la pittura, la scultura, la fotografia e la grafica digitale. Spazio sarà dato anche alle installazioni artistiche. La direzione artistica è a cura di Gianpaolo Coronas, ideatore della kermesse. La biennale d’arte contemporanea, nell’idea del direttore artistico, nasce come celebrazione della libertà, intesa come consapevolezza dell’assenza di limiti.

«Un artista è libero in proporzione alla purezza delle verità dei suoi intenti, per tale motivo nell’arte non c’è spazio per la schiavitù del pensiero e in egual maniera l’atto artistico si determina solo nella più limpida e sincera libertà di idee e di espressione. In questo senso, nel giardino fiorito dell’animo artistico, il germoglio del libero arbitrio è quello che più determina la fertilità e la bellezza dell’atto creativo, che sboccia e cresce tra le pieghe dell’animo umano. I valori che nascono dall’arte sono semi piantati nel colore, innaffiati e nutriti dalla creatività e dal talento. Pertanto, nella mappatura dell’anima di un artista, il libero arbitrio è il germoglio essenziale. Senza tale valore l’atto artistico non può attuarsi, senza la più sincera e assoluta padronanza di decidere, di pensare e di attuare l’arte muore.» Questo il pensiero di Coronas.

Video

Questo è ciò che le opere in mostra nel quartiere militare borbonico di Casagiove intendono esprimere. Durante i 20 giorni di esposizione saranno organizzati diversi eventi collaterali dedicati ad altre forme d’arte, quali la danza, la musica, il teatro e la poesia. Il vernissage della biennale si terrà domenica 5 giungo, alle 18. La biennale sarà anche presentata presso la Reggia di Caserta, venerdì 3 giugno, alle 11. L’iniziativa è patrocinata dal comune di Casagiove e gode della preziosa collaborazione del liceo artistico “Onofrio Buccini” di Marcianise, del liceo artistico “Solimena” di Santa Maria Capua Vetere e del Museo Macs.

© RIPRODUZIONE RISERVATA