Caserta, vaccino antinfluenzale:
via alle somministrazioni

Sabato 16 Ottobre 2021
Caserta, vaccino antinfluenzale: via alle somministrazioni

Avviata la campagna antinfluenzale. Profilassi gratuita per operatori sanitari, adulti anziani con più alto rischio di complicanze, donne in gravidanza, persone con patologie di base (ad esempio diabete, asma, ipertensione) e i bambini al di sotto dei cinque anni, con particolare attenzione a quelli più piccoli, con età compresa tra i sei mesi e i due anni. L'obiettivo minimo perseguibile di copertura vaccinale per l'Asl casertana è del 75% mentre quello ottimale è del 95%. A tal fine è partita la campagna di sensibilizzazione attraverso i medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, oltre a promuovere la vaccinazione agli operatori sanitari e ai soggetti che esercitano professioni che potrebbero esporli a rischio di complicanze, comprese quelle figure che lavorano a contatto con animali per cui l'infezione influenzale potrebbe aggravarsi in particolar modo.

La protezione del vaccino antinfluenzale inizia due settimane dopo l'inoculazione del farmaco e dura dai sei agli otto mesi. È stata diramata un'altra circolare due settimane fa dal Ministero della Salute secondo la quale devono intercorrere 14 giorni dalla eventuale vaccinazione anti Covid perchè l'utente possa richiedere anche quella contro l'influenza stagionale. L'anno scorso la campagna antinfluenzale assunse toni molto importanti in quanto proprio in ottobre con la grave ondata di contagio si rischiava il dubbio diagnostico nella lettura dei sintomi del malessere del paziente: la tosse o la febbre potevano essere manifestazioni del Covid o dell'influenza. Tuttavia, anche se la copertura dell'anno scorso della campagna antinfluenzale è stato del 65,72%, decisamente più bassa rispetto gli obiettivi, la diffusione del virus si è allentata grazie alle misure anti Covid. Oggi grazie al vaccino, il Covid non si manifesta attraverso sintomi importanti o, in molti casi, non presentare proprio alcun sintomo. D'altro canto anche per l'influenza vale il ragionamento illustrato da diversi epidemiologi: in un organismo senza alcuna difesa, il virus può manifestarsi nella sua forma più grave, che sia quello del Coronavirus o quello dell'influenza stagionale, il quale può portare gravi complicanze soprattutto ai soggetti più fragili, agli anziani e ai bambini. Dunque attualmente procedono su binari paralleli le due campagne vaccinali, da un lato contro l'influenza e dall'altro contro il Covid.

Video

Guardando quest'ultima, il monitoraggio seguito dall'Asl casertana segna alle 14.51 693.192 prime dosi erogate dall'inizio della fase vaccinale, vale a dire dal 31 dicembre 2020. Di quelle erogate, sono stati somministrati anche 616.105 richiami. Gli effetti della vaccinazione anti Covid si vedono nei numeri del report pubblicato dall'Asl quotidianamente. Anche ieri sono stati 42 i nuovi infetti emersi dalla processazione di 1.106 tamponi, con un'incidenza del 3,80%. Il tasso di positività su cento tamponi sembra sia aumentata leggermente rispetto alla scorsa settimana ma dai dati del Covid Hospital di Maddaloni è noto che questo incremento non si rispecchia nell'occupazione dei posti letto ospedalieri. È stato notificato un altro decesso e ora sono 1.328 le vittime del Covid in Terra di lavoro dall'inizio della pandemia. Certificate 31 guarigioni: ora i positivi attualmente in cura sono 895, dieci in più rispetto alla giornata precedente.

Ultimo aggiornamento: 20:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA