Micciché condannato a 7 anni
per gli abusi al maneggio sui bambini

Venerdì 8 Ottobre 2021 di Biagio Salvati
Micciché condannato a 7 anni per gli abusi al maneggio sui bambini

Sette anni e 8 mesi di reclusione, oltre le pene accessorie del divieto di lavoro a contatto con i minori e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai minori. Questa la sentenza di condanna emessa dal gup del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Ivana Salvatore, nei confronti Angelo Miccichè, 51 anni, napoletano, residente a Capua - già titolare di un maneggio a Sant’Angelo in Formis - accusato di abusi sessuali nei confronti di alcuni suoi allievi, alcuni minori di 14 anni.

Riconosciuta dal giudice una provvisionale di 10 mila euro nei confronti di una delle vittime. Per l’accusa - che aveva chiesto 11 anni - Miccichè avrebbe utilizzato la propria autorità per costringere allievi, maschi e femmine, a subire atti sessuali. Agli atti dell’inchiesta anche chat erotiche. Per la parte civile hanno discusso gli avvocati Mauro Iodice, Marianna Febbraio e Mariano Omarto, l’uomo è stato assistito da Francesco Carozza.
 

Ultimo aggiornamento: 08:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA