MoltoFuturo domani in edicola con il Mattino: dalla casa open alle auto fonti di energia, ecco le prossime rivoluzioni

Mercoledì 18 Novembre 2020 di Alessandra Spinelli

Per le macchine volanti, che secondo quanto aveva previsto il visionario Ridley Scott in Blade Runner avremmo dovuto già guidare da un annetto nelle nostre cupe città, bisognerà aspettare ancora. Ma per le auto elettriche che diventeranno una vera riserva di energia e per di più pulita per le nostre case attraverso la Rete, invece le applicazioni sono già avanzate.

L'evoluzione della tecnologia V2G è infatti a portata di mano e sarà una vera rivoluzione. E non sarà l'unica che attende il nostro futuro come racconta nel suo primo numero MoltoFuturo, in edicola domani con i quotidiani del gruppo Caltagirone Editore (Il Messaggero, Il Mattino, Il Gazzettino, Corriere Adriatico e Nuovo Quotidiano di Puglia). È il secondo - dopo MoltoSalute - dei quattro nuovi periodici dedicati all'approfondimento delle tematiche di maggior interesse proposti gratuitamente ogni giovedì: 24 pagine di informazione con un taglio innovativo e ben ancorato alla stringente attualità. Ecco perché nel numero di domani si partirà dalla casa. È lei, volente o nolente, la protagonista dei nostri giorni complicati dalla pandemia di Covid che non ci vuole lasciare. 

Rifugio primario, con gli affetti più cari, ha subìto una radicale trasformazione diventando un vero hub tecnologico per soddisfare le esigenze sia di lavoro che di divertimento. Una trasformazione che non sarà passeggera, come spiega in un'intervista rilasciata a MoltoFuturo l'architetto e urbanista Stefano Boeri. «Dalla crisi nascerà una casa fluida - ha raccontato il creatore del Bosco Verticale - con spazi sempre più open e arredi a geometria variabile», con ballatoi che diventano piazze e cucine che tornano a essere il luogo di condivisione della famiglia per eccellenza.

Ma per una casa sempre più smart, sarà necessaria una rete sempre più stabile. Abbiamo fatto così il punto su come il 5G cambierà davvero la nostra vita. E su come case intelligenti saranno inserite in città sempre più tecnologicamente evolute. Abbiamo dato cioè davvero uno sguardo al futuro. Ma con i piedi piantati nel presente di connessioni pericolose - ecco quindi i consigli anti hacker - e di suggerimenti per una migliore Didattica a distanza e migliori sfondi su Zoom. «E dire che i ragazzi - ha raccontato Salvatore Arenzulla, il fondatore del sito di tecnologia più visitato d'Italia - quest'estate mi chiedevano come cancellarsi dai social». Anche MoltoFuturo, come gli altri periodici, ha una declinazione digital, accessibile da tutte le testate del gruppo attraverso le rispettive sottosezioni tematiche, da aprire comodamente attraverso i propri device. Perché il futuro ha Molto da dire.

Ultimo aggiornamento: 22:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA