«Non fu un miracolo», a Enzo Scotti e Sergio Zoppi il Premio Sele d'oro

Saranno consegnati sabato sera i riconoscimenti dell’edizione numero 34 del Premio Sele d'oro. Per la saggistica: Enzo Scotti e Sergio Zoppi per «Non fu un miracolo: l’Italia e il meridionalismo negli anni di Giulio Pastore e Gabriele Pescatore». Premi speciali alla Fondazione Ugo La Malfa, all’imprenditore napoletano Marco Zigon, che opera nel settore energetico, a Gloria Giorgianni, amministratore delegato di Anele. Per la sezione Michele Tito-Giornalismo riconoscimento ad Ilvo Diamanti per la carta stampata e a Duilio Giammaria per il programma Rai «Petrolio». Per la sezione Euromed, si premia per la prima volta una tesi di laurea magistrale, quella di Andrea Ramazzotti, con la sua «Popolazione e trasporti in Italia dal 1861». Un lavoro che sarà pubblicato e diffuso grazie al Sele d’Oro. Premio Bona Praxis all’architetto e designer Riccardo Dalisi. Premio speciale degli enti locali ad Alfonso Iaccarino, ambasciatore della cultura gastronomica nel mondo.
Venerdì 14 Settembre 2018, 20:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP