Ex Ilva, Patuanelli: «Piano Arcelor Mittal inaccettabile». Operai strappano bandiere sindacati

Martedì 9 Giugno 2020
Ex Ilva, Patuanelli: piano Arcelor Mittal inaccettabile. Operai in sciopero
La proposta di piano industriale presentata da ArcelorMittal è «inaccettabile»: lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, a quanto si apprende da fonti presenti all'incontro in videoconferenza in corso con i sindacati, perché mette in dicussione i livelli occupazionali e il piano di investimenti allungando «a dismisura» i tempi. La necessità è «di tutelare l'occupazione», ha sottolineato.

All'incontro sono presenti anche i ministri dell'Economia, Roberto Gualtieri, e del Lavoro, Nunzia Catalfo, con i sindacati ed i commissari straordinari dell'Ilva su ArcelorMittal. Per i sindacati partecipano Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Usb insieme alle sigle dei metalmeccanici. È intanto in corso lo sciopero di 24 ore in tutti gli stabilimenti del gruppo proclamato da Fim, Fiom e Uilm contro il piano dell'azienda, che prevede circa 3.300 esuberi già nel 2020, giudicato dai sindacati inaccettabile. L'Usb ha invece proclamato uno sciopero di 48 ore, sempre a partire da questa mattina.

Al presidio in corso stamattina davanti alla direzione dello stabilimento siderurgico di Taranto, in concomitanza con lo sciopero e l'incontro in videoconferenza convocato dal ministro Patuanelli, alcuni lavoratori hanno strappato bandiere dei sindacati accusando le sigle metalmeccaniche di aver «dimenticato» gli operai in cassa integrazione da mesi e quelli rimasti in capo all'Ilva in Amministrazione straordinaria che, in base al nuovo piano industriale presentato dalla multinazionale, non rientreranno più in servizio.
Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA