Autonomia, con la scuola regionale
il Mezzogiorno perde 1,5 miliardi

ARTICOLI CORRELATI
di Marco Esposito

Si fa presto a dire «regionalizziamo la scuola». Più dura è capire che idea di istruzione vuole avere l'Italia, come ripartire i costi e come affrontare il tema delle migrazioni di docenti da Sud verso Nord in cerca della cattedra e poi da Nord verso Sud in cerca di condizioni di vita migliori. Soltanto quest'ultimo squilibrio porta, a bocce ferme, un rischio di 1,5 miliardi per il Mezzogiorno, il quale oggi paga gli insegnanti più della media nazionale non per misteriosi sprechi ma banalmente perché sono docenti più anziani e nella scuola l'anzianità porta retribuzioni più alte.

Chi la fa semplice è Matteo Salvini, che ieri è tornato a tessere le lodi dell'autonomia: «Spendendo i soldi più vicino a dove vengono pagate le tasse - ha detto il vicepremier e leader della Lega - è più difficile rubare, sprecare, spendere troppo o spendere male. Penso alla gestione della scuola, più vicina ai territori. La gestione centralizzata ha danneggiato tutti, da Nord a Sud». La pensano diversamente i sindacati della scuola che in tutta fretta hanno aggiornato gli slogan per la manifestazione di domani a Roma di Cgil, Cisl e Uil aggiungendo la parola d'ordine: «Bloccare ogni tentativo di regionalizzare il sistema di istruzione».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 8 Febbraio 2019, 08:21 - Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio, 13:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-02-08 08:36:46
Usiamo l'autonomia come anticipo per una definitiva disgregazione dello Stato italiano...Nulla è piu' conveniente di uno schiavo che ridiventa libero dopo 160 anni di catene !
2019-02-08 12:50:02
Mah....gli insegnanti, in Italia, dovrebbero essere circa 730.000...ammettiamo che un buon terzo sia al Sud, quindi circa 243.000. Diciamo che la metà di questi (circa 122.000, mica saranno tutti vecchi) abbia lo stipendio maggiorato per via dell'anzianità . Se divido 1.500.000.000 per 122.000, ottengo circa 12.300 euro a testa, più di 1.000 euro al mese. A me sembrano un po' tanti....
2019-02-15 21:44:53
159 anni buttati nella spazzatura…...

QUICKMAP