Napoli, vandalizzata la statua
di re Umberto I sul lungomare

Martedì 10 Settembre 2019
«La vandalizzazione con la vernice rossa del basamento della statua di Umberto I in corrispondenza della rotonda di via Nazario Sauro rappresenta un atto di inciviltà privo di alcun senso. Sempre più spesso abbiamo a che fare con atti di teppismo nei confronti dei monumenti, una vera e propria idiozia che, oltre a violare delle installazioni che in molti casi hanno alto valore artistico, finiscono per aumentare il degrado urbano». Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli che, con NapoliVillage.com, hanno reso noto l’atto vandalico che si è consumato nei confronti del monumento.

«Purtroppo – aggiungono – la mancanza di cura e rispetto nei confronti dei luoghi pubblici, quelli di cui tutti dovremmo avere cura, non fa alto che aumentare la percezione di una città degradata sia nei napoletani che nei turisti. Occorre una netta inversione di tendenza sul piano comportamentale, specialmente nei giovani. La necessità di installare in loro la coscienza del valore della cosa pubblica è necessaria per evitare che atti del genere si possano ripetere in futuro». © RIPRODUZIONE RISERVATA