Cavo sottomarino Grecia-Creta
125 mln a Prysmian Arco Felice

Martedì 27 Novembre 2018
Lo stabilimento Prysmian di Arco Felice (Napoli)
Maxi-commessa per lo stabilimento partenopeo di Prysmian. L’operatore greco Ipto ha ordinato un cavo elettrico sottomarino, che sarà realizzato ad Arco Felice, per connettere l’isola di Creta e la Grecia continentale alla regione del Peloponneso. Il contratto ha un valore di 125 milioni di euro.

L’accordo, annunciato il 2 ottobre scorso, è stato firmato oggi dal ministro greco dell’Ambiente e dell’Energia Georgios Stathakis e dall’amministratore delegato Ipto Manos Manousakis.

L’intesa prevede la progettazione, la fornitura, l’installazione e il collaudo di un sistema in cavo ad alta tensione in corrente alternata. Il percorso si estende lungo 135 chilometri, raggiungendo una profondità massima di installazione di 950 metri, utilizzando la nave posacavi del gruppo Giulio Verne. Il completamento del progetto è previsto per il 2020.

«Siamo orgogliosi di prendere parte a un progetto così strategico che prevede per la prima volta la realizzazione di un’importante interconnessione tra l’isola di Creta e la Grecia continentale - commenta Hakan Ozmen, Evp Project Bu di Prysmian Group -. Grazie alla fiducia che Ipto ha riposto ancora una volta in Prysmian, possiamo riconfermare con orgoglio la nostra leadership nell’ambito dei progetti di interconnessioni sottomarine, come evidenziano anche le commesse degli ultimi anni. Questi progetti includono interconnessioni in Grecia tra l’isola di Syros e Lavrion, il progetto delle isole Cicladi che comprende due interconnessioni in cavo sottomarino tra le isole di Evia, Andros e Tinos e il progetto Italia-Grecia commissionati da Ipto e che vanno a completare una serie di progetti in tutta la regione mediterranea insieme ai progetti Sardegna-Penisola Italiana, Capri-Torre Annunziata, Capri-Sorrento, le due interconnessioni fra Spagna e Marocco, entrambi i collegamenti nelle isole Baleari tra la Penisola iberica-Maiorca e Ibiza-Maiorca e l’interconnessione da 400 chilovolt dello Stretto dei Dardanelli in Turchia».

Prysmian - quotata a Piazza Affari, con un fatturato pari a oltre 11 miliardi di euro a fine 2017, circa 30mila dipendenti in oltre 50 Paesi e 112 impianti produttivi - ha stabilimenti in Campania anche a Battipaglia e Pignataro Maggiore. © RIPRODUZIONE RISERVATA