Brescia, picchiato all'uscita della discoteca dopo un incidente: 32enne in fin di vita. Arrestato presunto aggressore

Arrestato il presunto responsabile dell'aggressione

Domenica 7 Novembre 2021
Brescia, picchiato all'uscita della discoteca dopo un incidente: 32enne in gravissime condizioni

La dinamica di quanto accaduto non è ancora chiara. O meglio, non è chiaro come da un incidente tra due auto sia nato un pestaggio violentissimo ai danni di uno dei due autisti. Un ragazzo di 32 anni lasciato sull'asfalto e poi trasportato in condizioni gravissime agli Spedali Civili di Brescia dove si trova in pericolo di vita. E' accaduto all'alba a Cortefranca, fuori dalla discoteca Number One, tornato ad essere locale di riferimento dei nottambuli no stop da quando il Governo ha concesso alle discoteche di riaprire. 

 

L'incidente e il pestaggio: la ricostruzione

Secondo quanto fin qui ricostruito dalla Polizia stradale e dalla Squadra Mobile della Questura, poco dopo le cinque del mattino due auto di sono scontrate all'esterno del locale uscendo dal parcheggio. Attorno alle vetture incidentate si è ben presto riunito un gruppo di giovani, tra gli occupanti delle due auto, tra cui uno dei dj del Number One, e altre persone totalmente estranee, ma curiose di capire la situazione. Tutti avevano appena lasciato la discoteca. E' scattato un litigio e ad avere la peggio è stato un 32enne bergamasco colpito ripetutamente a pugni da un ragazzo che ha poi fatto perdere le proprie tracce sfruttando la presenza di centinaia di giovani, in quel momento in strada. 

 

 

Il fermo

Gli inquirenti lo hanno però identificato dopo una lunga giornata di interrogatori e di incrocio tra diverse versioni di chi c'era. Si tratta di un 22enne bergamasco, già conosciuto alle forze dell'ordine per precedenti per rissa, che è accusato di tentato omicidio ed è stato arrestato. Alla vista degli agenti, che lo hanno raggiunto a casa nella Bergamasca, il 22enne ha provato a scappare, ma è stato bloccato e portato in carcere su disposizione del pm bresciano Alessio Bernardi titolare dell'inchiesta. Il fermo sarà convalidato a Bergamo. Agli atti dell'indagine c'è un video del pestaggio con la vittima che sarebbe stata presa anche a calci una volta a terra. Oltre al ragazzo brutalmente picchiato a mani nude, colpito soprattutto al volto e alla testa, i soccorritori sono intervenuti anche per accertarsi delle condizioni delle persone coinvolte nell'incidente stradale. Un gruppetto di giovani tra i 17 e i 37 anni dei quale nessuno ha riportato ferite gravi. Tutti sono ritenuti testimoni oculari del pestaggio ai danni del 32enne ricoverato in prognosi riservata e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico alla testa per un ematoma di dimensioni importanti. «Lotta tra la vita è la morte» riferiscono fonti investigative.

 

Accoltellamento a Bisceglie

Mentre nel Bresciano avveniva l'aggressione a pugni, a Bisceglie (in provincia di Bisceglie Andria Trani) un 26enne veniva accoltellato fuori dalla discoteca Df, l'ex Divinae Follie dove in quel momento c'erano circa duemila persone. A quanto si apprende, il giovane sarebbe stato colpito almeno da sei fendenti alla zona addominale e inguinale. Condotto in ospedale, non sarebbe in pericolo di vita. Ci sarebbe un apprezzamento ad una ragazza, amica della vittima, all'origine del litigio sfociato nell'accoltellamento. Il gruppo del quale facevano parte la vittima e la ragazza era in un privè della discoteca, quando un giovane che era nella zona comune, esterna al privè, avrebbe fatto apprezzamenti che hanno attirato l'attenzione della comitiva. Il gruppo di amici della ragazza si sarebbe mosso in direzione del giovane per chiedere spiegazioni, uscendo dal privè, e il primo ad avvicinarsi è stato il 26enne. Subito aggredito. Secondo il sindaco della cittadina pugliese, Angelantonio Angarano, che ha chiesto un incontro al prefetto, c'è un problema sociale. «Quello che è successo la scorsa notte, con l'accoltellamento di un ragazzo in un locale della nostra Città - ha scritto su Fb-, è di una gravità inaudita per l'accaduto in sé e perché capita a pochissimi giorni dall'omicidio di Claudio Lasala», il 24enne assassinato pochi giorni fa all'esterno di un locale della vicina Barletta. Dopo discoteca violento anche a Aulla, in provincia di Massa Carrara. Anche in questo caso un 26enne è stato accoltellato all'esterno di un locale, ha ricevuto due fendenti da un ragazzo con cui aveva discusso e che i Carabinieri stanno cercando di identificare. Trasportato in ospedale risulta essere fuori pericolo.

Ultimo aggiornamento: 22:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA