Caso Blake, in Usa si fermano anche baseball e calcio. Osaka boicotta finale Open tennis

Giovedì 27 Agosto 2020
Caso Blake, in Usa si fermano anche baseball e calcio

Si estende la rivolta nello sport Usa, dopo che il basket professionistico maschile e femminile, trainato dalla storica decisione dei Bucks, ha rinviato le partite di mercoledì per protestare contro il ferimento dell'afromericano Jacob Blake da parte della polizia a Kenosha, in Wisconsin. Nello stesso giorno sono state posticipate anche tre partite della Major League Baseball e cinque sfide della Major League Soccer, dopo il rifiuto dei giocatori di scendere in campo.

Nba si ferma, caso Blake: partite boicottate da Bucks, Lakers e Rockets. Lebron: «Vogliamo un cambiamento»
Wisconsin, due morti negli scontri per il caso Blake: arrestato un 17enne bianco. Individuato l'agente che ha sparato

La decisione di non giocare per protestare contro il ferimento dell'afromericano Jacob Blake da parte della polizia a Kenosha (Wisconsin) contagia in Usa anche gli atleti di sport individuali come il tennis. La campionessa giapponese Naomi Osaka ha annunciato che non intende disputare la semifinale dei Western & Southern Open Usa. «Prima di essere una atleta, sono una donna afroamericana», ha twittato. L'associazione tennis Usa ha concordato di fermare tutti gli incontri di oggi. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA