Innamorarsi in aereo durante la turbolenza: «Ci siamo stretti la mano». Il post su Facebook diventa virale

Venerdì 12 Luglio 2019 di Domenico Zurlo
Innamorarsi in aereo durante la turbolenza: «Ci siamo stretti la mano». Il post su Facebook è virale

La paura li ha uniti, il panico li ha fatti innamorare. È la strana quanto romantica storia, raccontata in un post su Facebook, di due giovani che viaggiavano uno a fianco all’altra, quando l’aereo su cui erano a bordo ha attraversato una forte e pericolosa turbolenza. A quel punto il loro gesto spontaneo è stato di stringersi la mano, per farsi coraggio a vicenda. Il ragazzo si chiama Ya Chao, vive a Taiwan e stava tornando a casa in aereo dopo aver perso il lavoro. Dopo aver scambiato due chiacchiere con la ragazza seduta al suo fianco, è iniziata la turbolenza: a quel punto i due si sono stretti la mano e non se la sono più lasciata.

Il post su Facebook, che ha superato le 3.500 condivisioni, è un inno all’amore. «Potresti non crederci se te lo dico, ma ci siamo davvero conosciuti in aereo - inizia il post - L’ho vista dopo essere salito a bordo. Una ragazza con così tanti bagagli da sembrare un melone. Mi sono seduto vicino al corridoio, lei aveva il posto vicino al finestrino: pensavo, questa ragazza così minuta e alta 1 e 55, riuscirà a mettere la sua valigia lassù? L’ho guardata, ma sembrava non avesse bisogno di aiuto. Cinque secondi dopo: ‘Ciao, mi aiuteresti con i bagagli?’. Le ho sorriso: ‘Certo’».

«Lei ha tirato fuori delle ciliege e me le ha offerte, forse per ringraziarmi dell’aiuto. Volevo chiederle se voleva una delle mie caramelle, ma non mi sembrava una buona idea, perché stava mangiando le ciliege. Così abbiamo iniziato a mangiarle insieme. Le ho chiesto ‘sei una turista? Dove sei diretta?’. Mi ha detto che andava a Taipei, come me. Abbiamo iniziato a parlare di lavoro, film, hobby. Io lavoro con i giochi, a lei non interessano molto e sembrava non capirmi».

«Il suo inglese era molto buono. Non conosco bene l’inglese, mi sono perso nell’ascoltarla: lei viene dalla terraferma, da Chongqing, le piace viaggiare, è stata in molti posti e città ma è la sua prima volta a Taiwan. È qui per prendere il suo IELTS (un certificato di lingua inglese, ndr). Ero molto sorpreso, il suo inglese era ottimo e non avrebbe avuto problemi con i test, non c’è da stupirsi a pensare che viaggiasse così tanto».

 


«C’era un posto libero tra noi, che ostacolava la nostra conversazione: lei ha cambiato posto e si è seduta accanto a me», continua il post di Ya Chao, che poi passa al momento clou: la turbolenza. «Abbiamo attraversato una turbolenza, l’aereo tremava. C’è stato silenzio, poi ho sentito qualcosa, mi sono girato per guardarla: sembrava che anche lei pensasse ciò che pensavo io. Mi ha detto che era stanca, ha messo una benda sugli occhi e si è addormentata. Ma durante le turbolenze abbiamo iniziato a tenerci la mano: entrambi avevamo le mani sudate. Non credevamo a ciò che stavamo facendo in quel momento. Non so perché ma all’improvviso ho sentito di doverla proteggere».

Dopo essere scesi dall’aereo, continua il racconto diventato virale, i due vanno in stazione e prendono il treno per Taipei. E chiacchierano, ancora e ancora: «Ci conoscevamo da meno di un giorno ma sembrava ci conoscessimo da sempre. Ci siamo uniti a causa di un viaggio in aereo, perché sono stato licenziato da quella dannata compagnia. Questa è la nostra storia d’amore, avvenuta l’altro ieri», conclude. Il post risale a una settimana fa: i due piccioncini hanno già ufficializzato la loro relazione sui loro rispettivi profili Facebook.
 

 

Ultimo aggiornamento: 15:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA