Abc Napoli, ecco tre tavoli di lavori: valorizzazione, impegno sociale e cooperazione internazionale

Mercoledì 8 Settembre 2021
Abc Napoli, ecco tre tavoli di lavori: valorizzazione, impegno sociale e cooperazione internazionale

L'azienda speciale delle risorse idriche del comune di Napoli, l'Abc, guidata dalla presidente Alessandra Sardu, ha istituito con apposita delibera tre tavoli di lavoro per valorizzare le attività svolte dall'azienda con le realtà sociali, economiche e culturali del territorio.

Un'apertura alla società civile per sviluppare insieme dei percorsi di confronto e di ascolto che possano allargare ulteriormente il campo d’azione dell’azienda speciale dell'acqua di Napoli, unica città a rispettare la volontà popolare del referendum del 2011 sottraendo le risorse idriche al controllo privato.

I tre tavoli istituiti dalla delibera voluta dalla presidente Sardu riguardano la valorizzazione storica dell’acquedotto napoletano, l'impegno sociale e la cooperazione internazionale. Nello specifico: “Abc per la tutela del diritto umano all'acqua e la cooperazione allo sviluppo”; “Abc per il sociale”; “Abc per la valorizzazione storica e culturale dell'acquedotto napoletano”.

Video

«Attraverso l’istituzione dei tavoli ci prefiggiamo di coinvolgere i cittadini e le migliori energie della città non soltanto nel percorso di valorizzazione dell’immenso patrimonio storico dell’azienda, ma anche nelle iniziative a tutela del diritto all'acqua per tutti e in quelle dedicate a promuovere progetti di solidarietà internazionale» spiega la presidente Alessandra Sardu.

«Ogni tavolo avrà un coordinatore che sarà individuato dall'azienda. Ai tavoli verranno invitati rappresentanti delle istituzioni, delle ONG, associazioni, società, enti, mediante degli avvisi pubblici tesi ad individuare l'interesse dei soggetti terzi. I tavoli saranno dei luoghi di confronto e di ascolto per individuare insieme alla società civile i bisogni, le necessità e le possibilità di intervento in questi settori» sottolinea Sardu.

La partecipazione ai tavoli sarà a titolo gratuito, come nel solco e nella tradizione dell'azienda speciale pubblica partenopea che sempre di più fa della partecipazione lo strumento di governo dei beni comuni.

«La partecipazione è nel dna di Abc, per precisa volontà statutaria. L’apporto della società civile è fondamentale per un’azienda che è patrimonio di tutti i napoletani. Seguirò personalmente l'evoluzione dei tavoli di lavoro attraverso un rapporto costante con i coordinatori. Il nostro modello di partecipazione, che è già attivo nel comitato civico, è un valore straordinario della città che dobbiamo rafforzare e potenziare costantemente» conclude la Sardu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA