Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Crollo al cimitero di Poggioreale, sopralluogo della magistratura: «Un percorso per il recupero delle salme»

Venerdì 20 Maggio 2022
Crollo al cimitero di Poggioreale, sopralluogo della magistratura: «Un percorso per il recupero delle salme»

Sopralluogo nell'area sotto sequestro, da parte della magistratura, del cimitero di Poggioreale dove lo scorso 5 gennaio si è verificato un crollo. L'obiettivo è stato verificare lo stato dei luoghi per poter successivamente stabilire un piano di intervento condiviso fra tutte le parti interessate finalizzato al recupero, identificazione, là dove possibile, e gestione delle salme coinvolte nel crollo. All'intervento potranno partecipare i vigili del fuoco con mezzi e personale specializzato e operando essenzialmente dall'alto.

Per poter operare è prevista la redazione di una convenzione tra il Dipartimento dei Vigili del fuoco - Comando dei vigili del fuoco di Napoli, il Comune di Napoli e la Città metropolitana per avviare e svolgere le attività di collaborazione e assistenza tecnica presso il cimitero di Poggioreale.

La bozza di convenzione prevede che al recupero delle salme provvederanno i vigili del fuoco che opereranno secondo le proprie procedure e utilizzando mezzi e attrezzature propri oltre alle dotazioni fornite, per l'occorrenza, dalla società Metropolitana di Napoli e che durante le operazioni di prelievo delle salme i vigili del fuoco, «al fine di consentire lo svolgimento delle operazioni di prelievo delle salme nella massima sicurezza possibile», valuteranno «l'opportunità di demolizione delle parti a rischio crollo». L'articolazione del dispositivo di intervento sarà curata dal Comando dei Vigili del Fuoco di Napoli. Nella bozza è previsto che il Comune provvederà a tenere libera l'aria di intervento su via Nuova Poggioreale, prevedendo all'occorrenza un relativo piano traffico e che la società Metropolitana di Napoli provvederà a impiantare in via Nuova Poggioreale una gru (fissa o mobile) e a impiegare proprio personale di supporto alle operazioni di prelievo delle salme.

Video

Tra i compiti dell'amministrazione comunale figurano l'apertura e la chiusura dei cancelli del cimitero di Poggioreale per consentire le operazioni e nel contempo provvederà a incaricare proprio personale per l'identificazione delle salme e il loro trasporto. Gli oneri per il conseguimento degli obiettivi - si legge nella bozza - di Metropolitana Napoli secondo le tariffe di legge. «Come amministrazione esprimiamo soddisfazione per il percorso individuato insieme agli altri soggetti coinvolti - dice l'assessore comunale con delega ai Cimiteri, Vincenzo Santagada - Stiamo mantenendo gli impegni assunti nei confronti dei cittadini che hanno subito questo dramma: l'obiettivo fin da quando si è verificato il crollo è stato individuare e recuperare le salme dei defunti». 

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 12:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA