Napoli, la Befana della solidarietà: 250 regali per i bambini meno fortunati

Giovedì 6 Gennaio 2022
Napoli, la Befana della solidarietà: 250 regali per i bambini meno fortunati

Organizzata da Confesercenti Campania presso il Chiostro di San Gregorio Armeno a Napoli si è tenuta questa mattina la «Befana Solidale 2022». Il presidente Vincenzo Schiavo ha consegnato 250 regali della Befana a sei tra istituti e fondazioni di Napoli e provincia che si occupano dei bambini meno fortunati. I doni di questa iniziativa sono stati offerti dal Gruppo Marican, rappresentata stamane dalla signora Angela Canciello. Testimonial d'eccezione è stato l'attore e regista Alessandro Siani. Presente anche il magistrato anticamorra Catello Maresca, consigliere comunale di Napoli.

«Doniamo l'anima alle nostre imprese, ma il cuore è dei nostri bambini - esordisce Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e vicepresidente di Confesercenti Nazionale con delega al Mezzogiorno - perchè nonostante le difficoltà economiche i nostri iscritti non dimenticano mai i meno fortunati, gli ultimi, e restano legati alla nostra terra. Siamo felici di poter donare un piccolo sorriso ai nostri piccoli amici. Confesercenti è sempre al fianco delle proprie aziende nonostante le difficoltà pandemiche ma ancora di più siamo sempre pronti ad aiutare i bambini meno fortunati e gli istituti religiosi che con grande spiritualità e amore li assistono. Ringrazio per la partecipazione Alessandro Siani e Catello Maresca, eccellenze della nostra città e rappresentanti della parte sana della nostra terra. Le attività di Confesercenti - conclude Schiavo - intendono sempre sostenere la nostra regione e continuare a produrre e a lavorare non lasciando indietro nessuno. Affinchè la nostra terra possa riscattarsi e la nostra economia risollevarsi è necessario stare sempre tutti uniti, tutti insieme». 

«È una bellissima iniziativa la Befana solidale di Confesercenti - ha detto Alessandro Siani - alla quale va il mio plauso, specie perchè organizzata in questo momento così difficile per tutti. Idee strepitose come questa danno anche la possibilità di confermare che in una città come Napoli, che ha le sue ombre, c'è sempre una luce che può fare da riferimento. E questo è ancora più importante se i destinatari sono i bambini, sempre alla ricerca di linee guida. Sarà sicuramente solo l'inizio, l'anno prossimo si faranno cose ancora più importanti». 

Video

 

«Ancora una volta - ha affermato Catello Maresca - Napoli ha dimostrato di avere un cuore grande anche nei momenti più difficili. Splendida la continua dimostrazione di vicinanza nei confronti di chi ha più bisogno. I bambini devono essere l'obiettivo principale dei nostri sforzi: la fragilità e le difficoltà che viviamo quotidianamente danneggiano in maniera molto più pesante proprio i bambini». In particolare i regali sono stati consegnati, da Schiavo e dai testimonial a Suor Giovanna della suore di San Gregorio Armeno, a don Fabio, direttore dell'Istituto Don Bosco, al decano delle chiese di Scampia, don Francesco Minervino, al priore Filippo Rizzo del centro-educativo di Pompei «Bartolo Longo», e ad Enrico Tutore della «Fondazione Mons. E.A. Fabozzi».

Ultimo aggiornamento: 21:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA