Napoli, sfregiata piazza del Plebiscito: un campetto davanti alla basilica di San Francesco di Paola

di Oscar De Simone

11
  • 289
Il sagrato sella Basilica reale pontificia di San Francesco di Paola come un campetto di calcio. Da giorni cittadini e residenti dell’area attigua a piazza del Plebiscito lamentano il totale abbandono della piazza simbolo di Napoli. Gli spazi immediatamente alle spalle del colonnato sono diventati il luogo di ritrovo dei più piccoli che hanno trasformato il portone d’ingresso della chiesa in una porta da calcio contro cui scagliare decine di pallonate.
 

«I rumori e le urla - affermano gli abitanti del quartiere - sono sempre più forti e in alcuni casi è impossibile anche solo passare al di sotto dei colonnati. I portici sono diventati anche ricovero per i senzatetto che non hanno altri posti dove andare. Servono subito pattugliamenti dedicati nelle ore notturne, quando la piazza sprofonda al buio».
Giovedì 8 Febbraio 2018, 10:36 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2018 12:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-02-12 01:27:36
E che ci vorrebbe un angelo custode per ogni napoletano che lo trattenesse dal compiere scempietà.
2018-02-09 01:45:27
non è piacevole, ma almeno fanno attività fisica invece di essere sedentari. almeno meglio che giochino al pallone che andare in giro a tirare coltellate, o comprare droga. al centro poi non vi è nessuna struttura per i ragazzi per giocare a pallone che devono fare ?
2018-02-08 21:10:46
Sembra che tutto ciò di brutto o squallido o relativo alla prepotenza nella città partenopea sia la norma a cominciare dal primo cittadino che non spende una parola ma probabilmente supera la capacità di chi governa la città.
2018-02-08 19:32:15
.........è una vecchia storia......quando lo si fa notare alle forze di polizia - esercito compreso , che sono sulla piazza ....alzano le spalle come se non ci potessero fare niente..........
2018-02-08 17:27:07
questa stessa situazione si ritrova a via Toledo e a piazza Bovio, orde di ragazzini senza controllo giocano a calcio tirando pallonate dove capita con buona pace delle FF.OO che hanno sempre cose più importanti da fare, quindi tutti noi siamo ostaggi nell' ordine : di parcheggiatori abusivi, che godono di impunità perché nullatenenti, di venditori di calzini e accendini, anche loro impunibili e intoccabili e per finire di mandrie di ragazzini, messi dalle famiglie a pascolare in strada, che quando non si atteggiano a GOMORRIANI ci impongono i campi di calcio dove gli pare, ovviamente anche questi ultimi intoccabili tra gli intoccabili. Quindi cosa deve fare un cittadino in queste situazioni? SUBIRE e pure in silenzio! Quella che per il nostro sindaco è una città ribelle diventa una città invivibile per tutti gli altri che non rientrano nelle tre categorie su citate....Quindi per finire io direi un grazie a tutti quelli che ci mettono ogni giorno in questa situazione!

QUICKMAP