Napoli, notte di paura per 2 autisti Anm
raid a Scampia e via Cinthia

Venerdì 20 Novembre 2020 di Oscar De Simone

Parte dallo stazionamento di Scampia ma poco dopo, alla prima fermata, un gruppo di ragazzini inizia a fracassare i vetri del pullman. L’ennesimo “assalto” ad una vettura dell’Anm, è stato registrato ieri sera nel quartiere a nord della città ed è stato raccontato dallo stesso conducente poco dopo l’aggressione. 

Video


«Ero appena partito - afferma in un video - ed una volta arrivato alla prima fermata, ho incrociato una baby gang che correva verso il bus cercando di salire. Al rifiuto di fermarmi, si sono infuriati ed hanno iniziato a prendere a martellate e bastonate le porte d’ingresso che in posi secondo sono andate in frantumi. Non è la prima volta che succede ma adesso la situazione è diventata insostenibile».
Un vero raid insomma che però non è stato l’unico. Sempre in serata e sempre in città, un secondo episodio di aggressione si è consumato lungo via Cinthia ad opera di un balordo. Stavolta a parlarne è il autista e sindacalista Usb Adolfo Vallini.

LEGGI ANCHE Coronavirus, raffica di multe per violazione della zona rossa: pugno di ferro in Abruzzo

«È successo poco dopo le 20 - racconta - quando un uomo, colpendo il mezzo con un corpo contundente, ha mandato in frantumi due dei vetri laterali del pullman. Troppo spesso il personale di esercizio e gli autobus diventano facile bersaglio di baby gang o di malintenzionati. L'assenza di opportuni presidi sul territorio metropolitano e la mancanza di controlli a bordo dei mezzi pubblici  favorisce il proliferare di borseggiatori e delinquenti, soprattutto nelle aree periferiche e negli orari serali. Per questo chiediamo che la questura e la prefettura adottino un piano di prevenzione teso a contrastare questi fenomeni di micro criminalità, assicurando ai cittadini e ai lavoratori dell'Anm le giuste misure di sicurezza e di tutela della salute».

Ultimo aggiornamento: 11:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA