Napoli, i disperati di piazza Duca degli Abruzzi: «Bivacchi, rifiuti e bastonate»

Venerdì 9 Luglio 2021 di Oscar De Simone
Napoli, i disperati di piazza Duca degli Abruzzi: «Bivacchi, rifiuti e bastonate»

Ieri lo sgombero e oggi le nuove occupazioni abusive. I disperati di piazza Duca degli Abruzzi non si scoraggiano e dopo l’intervento congiunto di polizia di Stato, polizia locale e carabinieri, tornano a rimontare tende e alloggi di fortuna all’esterno dell’ex mercatino ittico. Una situazione di degrado incontrastabile secondo i residenti che ormai hanno perso ogni speranza di rivedere quella zona riqualifica e resa finalmente sicura per tutti. 

«Siamo esasperati - affermano i cittadini che preferiscono mantenere l’anonimato per paura di ritorsioni - e senza speranza per il futuro. Ormai gli sgomberi non ci fanno più “effetto” perché già sappiamo che non dureranno. Eravamo sicuri che dopo l’intervento delle forze dell’ordine sarebbero tornati è così è stato. Già dal primo pomeriggio di ieri le coperte e le tende sono state rimontate come se niente fosse e sempre nell’indifferenza generale, i ragazzi extracomunitari hanno nuovamente accumulato rifiuti in zona». 

Video

Un vero incubo insomma per chi da tempo si espone nella speranza che dalla denuncia rinasca la speranza. Ma non è così. Proprio le segnalazioni degli abitanti dei palazzi limitrofi sono state alla base delle ritorsioni e delle minacce degli occupanti abusivi.

«Ci minacciano di continuo - concludono in strada - e ci prendono a bastonate i vetri delle auto in sosta. Ne abbiamo trovate diverse rotte o ammaccate e non ne possiamo più. Non siamo più liberi e sereni in casa nostra. Temiamo per noi, per le nostre famiglie e così non possiamo andare avanti. Adesso le istituzioni devono davvero aiutarci prima che la situazione diventi ingestibile».

Ultimo aggiornamento: 10 Luglio, 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA