Lavoratori della Whirlpool distribuiscono panettoni in strada: «Diciamo grazie a chi ci è stato accanto»

Lunedì 23 Dicembre 2019 di Oscar De Simone

Non è un natale sereno per i dipendenti della Whirlpool che quest’anno sotto l’albero, troveranno tensione ed incertezza per un futuro lavorativo ancora da definire. Le marce, le lotte e gli appelli, non sembrano aver sortito l’effetto desiderato e solo a Gennaio, saranno note le sorti delle oltre 400 famiglie ancora a rischio. Ma se lo stabilimento di via Argine non viene più ritenuto produttivo, i suoi impiegati non si danno per vinti ed oggi – ringraziando i napoletani per la vicinanza dimostrata nel corso di questi ultimi mesi – omaggiano la città regalando pandori ai passanti e ai clochard.

LEGGI ANCHE Whirlpool, marcia pacifica dei lavoratori per ringraziare la città per la solidarietà

«Vogliamo dire grazie a tutti - afferma il delegato sindacale Uilm – Rsu Vincenzo Accurso - ma soprattutto alle nostre famiglie che non ci hanno mai abbandonato. È stato importante sapere di avere l’appoggio dei napoletani ed è fondamentale poterci continuare a contare. Noi proseguiremo con la nostra lotta e da Gennaio speriamo di avere vuone notizie. Intanto questo sarà un natale di riflessione e di speranza». 
 


Una speranza rappresentata dai simboli dell’azienda posti tra i rami dell’albero in galleria. Tra i bigliettini e le richieste dei doni della cittadinanza.

«È solo un gesto simbolico - conclude il segretario generale della Uil Campania Giovanni Sgambati - ma c’è tanta riconoscenza verso tutti quelli che ci stanno accanto. Ora pensiamo a come proseguire questa lotta per il lavoro e la dignità. Una battaglia che ci vede già proiettati all’anno nuovo. Quando ci aspettiamo risposte concrete da una azienda che non può e non deve lasciare la nostra città».

Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre, 11:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA