Nola, niente acqua calda al distretto:
l'otorino se la fa «prestare» dal bar

di Carmen Fusco

La visita dell'otorino effettuata nella sala prelievi e non nell'ambulatorio al primo piano. Il lavaggio dell'orecchio reso possibile grazie all'acqua calda prestata dal bar di fronte, come si fa quando finisce lo zucchero e lo si chiede al vicino di casa.Il motivo? Un ascensore rotto nel distretto sanitario di Nola. Fuori uso da qualche settimana, l'impianto dovrebbe agevolare gli spostamenti a chi proprio non ce la fa a salire una rampa di scale per via dell'età, o magari del peso o, peggio, perché disabile.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 16 Gennaio 2019, 08:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP