Napoli, attore di Gomorra ucciso per una parentela scomoda: «Ecco chi sono i suoi killer»

Lunedì 4 Aprile 2022 di Leandro Del Gaudio
Napoli, attore di Gomorra ucciso per una parentela scomoda: «Ecco chi sono i suoi killer»

Aveva conosciuto da poco il proprio genitore, ma aveva provato a rimanere fuori dal suo giro criminale. Non gli è servito a sfuggire alla vendetta trasversale, servita a caldo, nel pieno della stagione delle bombe a Ponticelli.

È così che è morto Carmine D’Onofrio, in autunno di un anno fa, subito dopo la bomba di via Piscettaro, quello contro il boss Marco De Micco, all’epoca scarcerato da poco. 

 

A raccontare i retroscena dell’agguato, sono la fidanzata e la mamma del ragazzo ucciso: «Ho visto il killer prendere la mira e fare fuoco, era vestito di nero e aveva il casco integrale. Le mie urla non sono servite a nulla», ha spiegato la ragazza.

Attore di Gomorra, in cui aveva recitato come comparsa nel ruolo di killer, aveva trovato anche un lavoro: «Voleva farmi un regalo, quello di un lavoro onesto, ma non gli hanno lasciato il tempo», ha spiegato la fidanzata. In questa vicenda, la procura ha firmato i fermi a carico di Marco De Micco, Salvatore Alfuso, Maddalena Cadavero, Giovanni Palumbo, Ciro Ricci, Giuseppe Russo, Ferdinando Viscovo. 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 16:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA