Camorra, il super boss Orlando trasferito nel carcere di Milano-Opera

di Ferdinando Bocchetti

  • 7
Antonio Orlando, il super boss di Marano arrestato lo scorso 27 novembre, è stato trasferito nel carcere di Milano-Opera. Il 60 enne, a capo dell'omonimo clan, era detenuto fino a ieri nella casa circondariale di Secondigliano. L'ultimo padrino di Marano fu acciuffato, dopo 15 anni di dorata latitanza, in un appartamento di Mugnano. All'interno della casa, realizzata su due livelli e dotata di ogni comfort, furono rinvenute bottiglie di vino pregiato, champagne, orologi e accendini di lusso. Antono Orlando deve scontare una condanna a sei anni di carcere. È destinatario, inoltre, di un'ordinanza di custodia cautelare, emessa nell'aprile del 2017 dai magistrati della Dda di Napoli, per associazione mafiosa finalizzata al traffico di stupefacenti. 
Giovedì 6 Dicembre 2018, 20:14 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2018 21:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP