Covid a Napoli, la mappa dei contagi per quartiere: boom Arenella, crescono i casi a Chiaia

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Ettore Mautone
Covid a Napoli, la mappa dei contagi per quartiere: boom Arenella, crescono i casi a Chiaia

Covid e contagi: cresce di settimana in settimana, l’incidenza di Sars Cov-2 in città. Il virus, sebbene in proporzioni dieci volte inferiori rispetto al dicembre di un anno fa - quando non c’erano ancora i vaccini - a partire dalla riapertura delle scuole è tornato a macinare nuovi casi positivi arrivati ieri, a quota 250 (in totale 257 di cui 118 vaccinati, 8 con una sola dose, 1 con la terza dose e 109 con le due dosi). Alta la quota di asintomatici (209, ossia oltre l’80 per cento) e solo 3 ricoveri in ospedale con due deceduti, uno al Cotugno e un altro a domicilio. Nelle ultime rilevazioni il rapporto tra vaccinati e non vaccinati è ormai diviso a metà a causa del calo degli anticorpi circolanti a 5 o 6 mesi dalla inoculazione della seconda dose del primo ciclo. Da qui l’invito della Asl a tutti i vaccinati con più di 18 anni a effettuare la terza dose.

Nella mappa della città divisa per quartieri è significativa la progressione dei casi che si osserva negli ultimi due mesi: San Carlo all’Arena con 221 segna il valore più alto. Così abbiamo, sempre negli ultimi sette giorni, una quota media di 151 casi a Barra. In rapida ascesa i contagi anche a Chiaiano (169 al 28 novembre) e nei quartieri della periferia nord. Lo stesso accade al Pendino (153) mentre Piscinola ha raggiunto 214 partendo da pochissimi casi a inizio ottobre. Piuttosto alta la quota di contagi a Vicaria con 178. Anche all’Arenella si è passati da un’incidenza (casi per 100 mila abitanti) di 28 casi a inizio ottobre a 102 a fine novembre. Un valore simile viene raggiunto dal confinante quartiere Vomero (119). Raddoppiati i positivi nell’arco di due mesi e con un’impennata registrata negli ultimi sette giorni poi a Bagnoli arrivato a 118. Un quadro che viene confermato nel contagio delle infezioni suddivise per mesi. A novembre ad esempio spetta a San Carlo all’Arena (580) il primato, a seguire Barra che ha cumulato nell’arco dei 30 giorni di novembre 563 casi per 100mila. Al terzo posto, con 541, Ponticelli mentre sfiora i 500 Piscinola. A seguire abbiamo S. Giovanni a Teduccio (492), San Pietro a Patierno (478), Secondigliano (477). Appena sopra i 400 si collocano invece Chiaiano, Secondigliano e Scampia a nord, Fuorigrotta a ovest, la Zona Industriale a est. 

Video

Con l’eccezione di un picco, registrato nel periodo delle festività per i defunti, si tiene molto bassa l’incidenza settimanale a Capri (a quota 42). Una bassa quota di casi nell’ultima settimana si rileva anche a Posillipo (48.79) che conferma un trend costante nelle ultime settimane. Restano stabili i contagi anche all’Avvocata, sempre intorno ai 50 per 100 mila ogni sette giorni. Nei limiti bassi il numero di casi registrati nella zona del Porto e a San Carlo all’Arena (rispettivamente 63 e 48). Un valore piuttosto contenuto con 69 ogni 100 mila residenti lo si registra anche nel popolare quartiere Stella, mentre Chiaia regge ma i casi sono in crescita: 105. Nell’ultimo monitoraggio sulle classi, quelle in quarantena sono cresciute, passando, infatti, da 111 a 124 e il numero totale di casi segnalati sale da 129 a 154: di questi solo 8 nella scuole dell’infanzia, 349 nella primaria, 543 alle medie e 44 alle superiori. Sempre pochi, una ventina, i tamponi positivi rilevati nell’ambito del corpo dei docenti e solo 2 a carico del personale tecnico. E intanto si scaldano i motori per le vaccinazioni ai bambini da 5 agli 11 anni. Il manager della Asl Ciro Verdoliva, dopo il vertice ieri in unità di crisi metterà a fuoco oggi un piano ad hoc in una riunione con i suoi dirigenti programmata in direzione strategica. 

Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA