Covid a Napoli, l'infettivologo Perrella: «La mascherina è fondamentale, anche per i bambini»

Sabato 4 Dicembre 2021 di Lorenzo Calò
Covid a Napoli, l'infettivologo Perrella: «La mascherina è fondamentale, anche per i bambini»

«La mascherina? Dall'inizio dell'epidemia non è mai stata ritenuta inutile. Almeno in Campania, anche all'aperto. E ci abbiamo visto giusto». L'infettivologo del Cardarelli e dell'Unità di crisi della Regione Campania Alessandro Perrella, raccomanda l'«utilizzo appropriato e responsabile» di un dpi (dispositivo di protezione individuale) come la mascherina.

Video

Professor Perrella: la mascherina è diventata un effetto personale inseparabile da noi. Sarà sempre così?
«Almeno fino a quando permarranno condizioni di rischio legate alla diffusione del virus».

Perché è importante indossarla correttamente?
«La mascherina è un dpi che funziona come barriera per tutte quelle patologie aero-diffusibili. E siccome il virus responsabile del Covid 19 si diffonde attraverso il droplet, cioè goccioline di saliva trasmissibili attraverso il contatto ravvicinato, la mascherina diviene un presidio fondamentale per elevare una barriera rispetto al pericolo di trasmissione dell'agente patogeno».

Spesso si è abbassata la guardia e qualcuno, soprattutto le persone vaccinate, ha ritenuto di poterne fare a meno...
«Nulla di più sbagliato. Anche le persone vaccinate devono continuare a indossare la mascherina specie nei luoghi chiusi e affollati».

Quale tipo di mascherina è opportuno utilizzare?
«La mascherina chirurgica multistrato va bene, è sufficientemente protettiva ed efficace».

Lo scorso anno, ricorderà, abbiamo vissuto una sorta di psicosi: la chirurgica, la ffpp2, la ffp3...
«Altri dispositivi di protezione vengono di norma utilizzati in caso di aerosolizzazione o in ambito ospedaliero ma di norma una buona mascherina chirurgica assolve il suo compito in maniera soddisfacente».

Eppure nei mesi scorsi c'è stato qualcuno che ha sollevato anche dubbi sull'utilità della mascherina...
«Le faccio solo un esempio. Prendiamo gli ospedali: qui il virus circola perché ci sono pazienti ricoverati, pensi che situazione si sarebbe creata nel personale sanitario. Evidentemente la mascherina serve, eccome...».

Perché è opportuno e necessario utilizzarla anche all'aperto?
«Per ridurre il possibile rischio di esporci a persone infette asintomatiche o prima che sviluppino i sintomi».

Anche i bambini devono indossarla?
«È buona norma che anche i bambini la indossino perché riduce il rischio di incontrare il virus e protegge anche dall'aggressione di altri potenziali virus responsabili di infezioni respiratorie».

Basta la sola mascherina a proteggerci?
«Non solo la mascherina. Va sempre raccomandato di adottare le misure di profilassi standard come lavarsi accuratamente le mani, igienizzarle se possibile con qualche soluzione alcolica, evitare assembramenti e luoghi affollati soprattutto se al chiuso».

E poi?
«E poi è chiaro: vaccinarsi». 

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 13:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA