Covid, migliaia di condivisioni per la fake sulle prenotazioni dei vaccini in Campania

Lunedì 22 Febbraio 2021 di Ettore Mautone
Covid, migliaia di condivisioni per la fake sulle prenotazioni dei vaccini in Campania

L’Italia rinasce con un fiore ma viene minata dalle fake news: "la Regione Campania rende noto che è possibile da oggi registrarsi sulla piattaforma informatica per l'adesione alla campagna di vaccinazione anti Covid-19 riservata alla popolazione campana appartenente alle 6 categorie sotto indicate…». Sembra vero ma è un falso, una fake in piena regola la nota sui vaccini e sulle nuove categorie per le quali ci sarebbe il via libera alla prenotazione in Campania. 

LEGGI ANCHE Vaccini, produzione in Italia: incontro tra Giorgetti e Farmindustria. «Ma i tempi sono lunghi»

Una nota è arrivata con migliaia di inoltri sulle chat di messaggistica istantanea di cittadini ignari che ci hanno creduto. I toni, i riferimenti web e i link sono verosimili, i contenuti no. Le parole richiamano lo stile di quelli che giornalmente vengono recapitati per informare. Un messaggio che per ingannare meglio non fa difetto di tante piccole corolle a richiamare il logo e l'icona della campagna nazionale per la profilassi contro il Covid. Un messaggio subdolo, tanto da essere condiviso per migliaia di volte prima di passare il setaccio della verifica dove si palesa per quello che è, una fake, un falso, una patacca. Ma non per questo innocua in quanto i link sono giusti e rimandano ai siti di prenotazione del vaccino dei portali nazionale e regionale che potrebbero andare in crash informatico se cliccati da decine di migliaia di persone desiderose di prenotarsi per la vaccinazione. 

Video

Il calendario vaccinale sarà in discussione nei prossimi giorni in Unità di crisi ma gli accessi impropri al portale regionale potrebbero mandare in tilt il sistema e così sbarrare il passo alle categorie che ne hanno in questo momento diritto e più bisogno.  Al momento dell'adesione è necessario fornire un indirizzo email e un recapito cellulare, che saranno utilizzati in fase di convocazione viene detto ed è vero ma solo per gli over 80 e gli insegnanti fino a quando non sarà approvato il nuovo calendario, Durante la prenotazione la piattaforma richiede la verifica del numero di cellulare fornito tramite un codice inviato via sms. Anche questo è tutto vero ma le ulteriori informazioni che è possibile ottenere visitando il sito della regione Campania verso cui indirizza il messaggio pirata potrebbero suonare come una beffa in questo momento sabotando e minando la funzionalità di quella preziosa interfaccia informatica. C’è spazio per le indagini della polizia postale.

Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio, 08:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA