Droga, camorra e capi ultrà del Napoli: si pente «Genny la carogna»

ARTICOLI CORRELATI
di Giuseppe Crimaldi

12
  • 1770
La voce era cominciata a circolare a Forcella già nei giorni scorsi. E, si sa, nei vicoli certi tam-tam hanno la forza di un tuono e la penetrazione di un ronzio. Si spargono poi inevitabilmente ancora più in fretta certi sussurri, quando riguardano personaggi indissolubilmente legati alla criminalità di alcuni quartieri. Gennaro De Tommaso - meglio conosciuto con il soprannome di Genny ’a carogna, ex capo ultrà dei Mastiffs finito nei guai per vicende legate a traffici illeciti di droga, avrebbe deciso di avviare un percorso di collaborazione con la giustizia.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 5 Marzo 2019, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 7 Marzo, 07:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-04-08 21:21:40
Il pentimento diciamo che porta i suoi frutti, e la legge che non a previsto che il pentimento per essere tale dovrebbe avvenire almeno prima che non si viene acciuffati, pentirsi dopo la condanna è molto comodo solo ai fini per ottenere una riduzione della pena, un po’ come chiedere il rito abbreviato sempre e tutto dopo, non ho mai sentito un pentimento prima , dunque è molto intuibile che è solo ai fini di riduzione della pena, viva l’Italia.
2019-03-06 21:17:56
Certo è comodo pentirsi dopo che ti hanno acchiappato.
2019-03-06 19:47:18
come tutti i malavitosi, alla fine , vigliacchi....cuacuaracua........
2019-03-06 16:31:41
....è simpatico questo giochetto: faccio il delinquente tutta la vita, poi m'arrestano, io mi pento e lo stato mi passa lo stipendio vita natural durante. praticamente delinquere paga. ottimo e abbondante. w l'italia....
2019-03-06 11:30:34
Il pentimento si sa è sempre per tornaconto personale per fare arrestare i nemici.

QUICKMAP