Green pass, porti bloccati ma a Napoli e Salerno nessuna interruzione con il record di vaccinati

Giovedì 14 Ottobre 2021 di Antonino Pane
Green pass, porti bloccati ma a Napoli e Salerno nessuna interruzione con il record di vaccinati

I porti campani non si fermano e sono a prova di Green pass. Un risultato straordinario quello raggiunto grazie alle campagne vaccinali della Regione e grazie anche l'instancabile opera di persuasione portata avanti nelle grandi aziende portuali. «Non registriamo criticità», ha detto Ugo Vestri, funzionario dell'Autorita del sistema portuale del Tirreno Centrale, incaricato di seguire proprio le dinamiche vaccinali nei porti di Napoli, Salerno e Castellammare. I dati che abbiamo raccolto - continua Vestri - su indicazione delle prefetture di Napoli e Salerno sono tranquillizzanti. Abbiamo scritto a tutte le aziende portuali e possiamo dire che i lavoratori che dovranno ricorrere al tampone per poter lavorare sono pochissimi, non arrivano al 5%. Molti vaccinati, dunque, a conferma che la campagna vaccinale ha funzionato e se il governatore De Luca oggi dice che abbiamo superato l'80% della popolazione, la conferma arriva anche da porti. 

«Siamo tranquilli - dice Pasquale Legora De Feo, presidente di Conateco - perché abbiamo potuto riscontrare una grande partecipazione alla campagna vaccinale. Sono pochissimi i lavoratori sprovvisti di Greenpass che, comunque, si sottoporranno a tampone. Controlliamo anche gli autotrasportatori e possiamo affermare che anche in questo settore sono vernante pochi coloro che dovranno ricorrere al tampone prima di entrare in azienda». Sul fronte contenitori ottime notizie anche da Salerno.

«Non abbiamo nessuna criticità - dice il presidente di Salerno Terminal, Agostino Gallozzi - grazie alla massiccia campagna di immunizzazione portata avanti a Salerno. Comunque in azienda abbiamo fatto istallare un dispositivo che oltre a misurare la temperatura, contemporaneamente verifica il Greenpass e il corretto uso della mascherina. Chiunque entrerà in azienda, anche i fornitori, verrà controllato». Controllo massivo anche a Castellammare. Da Fincantieri fanno sapere che non ci saranno controlli a campione ma tutti dovranno esibire Greenpass o tampone negativo. Il controllo sarà esteso anche a tutti i lavoratori delle ditte appaltatrici. Insomma nel cantiere di Castellammare si applicheranno tutte le disposizioni previste nel decreto governativo così come accadrà in tutti i siti industriali di Fincantieri. Buone notizie arrivano dai cantieri delle riparazioni. 

Video

«I nostri dipendenti - ha detto Antonio Palumbo, presidente di uno dei più grandi gruppi europei del settore - ha aderito alla campagna vaccinale in maniera massiccia». C'è poi tutto il fronte delle compagnie di navigazione. «Le procedure per nostro settore - spiega Salvatore Lauro, presidente di Volaviamare - vanno riveste. Il personale imbarcato non sale sui mezzi la mattina ma risulta stabilmente a bordo. Il nostro gruppo, comunque, ha già selezionato equipaggi in possesso di Greenpass». Le vie del mare da domani funzioneranno regolarmente nel Golfo di Napoli. «Abbiamo tutto personale vaccinato - spiega Giuseppe Langella, ad di Snav - e non prevediamo nessuna criticità.

La conferma arriva anche da Maurizio Aponte, ceo di Navigazione Libera del Golfo. Per i marittimi, in gran parte isolani o della costiera la scelta di De Luca, di procedere con campagne vaccinali prioritarie in quelle zone, ha dato i suoi frutti». «I nostri marittimi - spiega Vincenzo Ponti, ceo di Caremar - sono tutti vaccinati e in possesso delle regolari autorizzazioni per navigare». Esclude problemi anche Emanuele D'Abundo, ceo di MedMar. «Dai dati in nostro possesso possiamo dire che non riscontriamo problemi di sorta. Le campagne vaccinali in Campania hanno prodotto ottimi risultati». 

Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA