Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Migranti, la sfida del sindaco di Mugnano: sospeso il decreto sicurezza di Salvini

Sabato 2 Febbraio 2019 di Ferdinando Bocchetti
Migranti, la sfida del sindaco di Mugnano: sospeso il decreto sicurezza di Salvini

Decreto Sicurezza, il sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro ha firmato la richiesta di sospensione dell'articolo 13. La richiesta è stata inoltrata ai responsabili dell'ufficio Anagrafe, per permettere così ai richiedenti asilo di usufruire di un servizio anagrafico temporaneo. Il primo cittadino ha accolto l'istanza formulata dagli attivisti locali di Potere al Popolo: «Riteniamo - dicono - necessario intraprendere un percorso di discussione sulle ripercussioni economiche, sociali e di sicurezza che il Decreto avrà sui nostri territori».

La mossa del primo cittadino ha scatenato reazioni immediate: il circolo locale di Fratelli d'Italie e il coordinatore provinciale del partito della Meloni, Nello Savoia, hanno annunciato di essere pronti a «denunciare Sarnataro per la mancata applicazione del decreto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA