Choc a Napoli, bimba di sette mesi colpita da meningite muore al Cotugno

di Ettore Mautone

  • 3730
Ancora un caso di meningite: se n’è andata, volata in paradiso, uno scricciolo di 7 mesi. Una bimba venuta alla luce da genitori residenti a Nola, appena affacciatasi alla vita. E’ difficile raccontare lo strazio dell’ennesimo caso di infezione da meningococco, il batterio killer che così miete in Campania, dall’inizio dell’anno, la quinta vittima sulle 11 infezioni finora contate nel 2018.

Una tragedia consumatasi nell’arco di una manciata di ore. Ieri mattina l’arrivo in pronto soccorso, in codice rosso, all’ospedale di Nola. Sono già presenti, sul corpo della piccola, le tipiche petecchie (macchie emorragiche) che segnalano l’avvio di un processo di sepsi, ossia di diffusione del batterio nel sangue, da cui parte il completo sovvertimento dei parametri coagulativi e che fa da innesco alla progressiva insufficienza di tutti gli organi. Un processo difficilissimo da contrastare sul piano clinico e che col passare delle ore diventa purtroppo irreversibile e mortale nella maggior parte dei casi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 13 Marzo 2018, 22:56 - Ultimo aggiornamento: 14 Marzo, 09:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP